Come allenarsi con la balance board

La balance board rappresenta uno di quegli attrezzi compatti che appassionano gli amanti del fitness. Perché? Scopriamo come allenarsi con la balance board!

Come allenarsi con la balance board- foto goodfitnesspower.com

Per chi non lo sapesse ancora, la balance board è una tavola propriocettiva circolare oppure ottagonale che, grazie a una base sferica, riesce a creare un movimento oscillatorio destinato a rinforzare muscoli, tendini e articolazioni dei piedi e delle caviglie.

Si tratta di un attrezzo piccolo e compatto che crea un allenamento home made perfetto per rinforzare una parte del corpo difficile da allenare e per costruire esercizi via via sempre più difficili.

Si potrebbe pensare alla tavola propriocettiva come a un valido aiuto per lavorare sull’equilibrio, migliorare la mobilità di caviglie e ginocchia e allenarsi senza una routine noiosa.

Come allenarsi con la balance board

La semplicità strutturale della balance board nasconde un potenziale inespresso che, ancor oggi, viene sottovalutato da molti.

L’instabilità della sfera posta alla base della balance board crea esercizi che spingono le principali fasce muscolari del corpo a lavorare in sinergia allo scopo di recuperare l’equilibrio.

Come allenarsi con la balance board diventa una questione di impegno e pazienza, specialmente se non si ha familiarità con l’attrezzo.

Il modo migliore per costruire esercizi con la balance board, dunque, è capire come utilizzarla al massimo del suo potenziale.

È sufficiente salire con i piedi sulla pedana mobile, posizionarli sulle sue estremità e iniziare a oscillare in modo dolce da sinistra verso destra per conquistare la sicurezza necessaria per sfruttarla al meglio.

Il primo approccio alla balance board può trasformarsi in un esercizio di riscaldamento che aiuta le caviglie a prendere confidenza con il movimento e il corpo ad allenarsi con un movimento instabile.

Dopo aver preso sicurezza è possibile mantenere ben salde le caviglie sulla pedana e cominciare a dare ritmo e velocità alle oscillazioni.

I due minuti di riscaldamento a base di oscillazioni a sinistra e a destra lasciano spazio al livello successivo, vale a dire le oscillazioni da compiere in avanti e indietro.

In questo caso occorre alternare la spinta sulle punte dei piedi e sui talloni in prospettiva di rinforzare le caviglie e le articolazioni e allenare le fibre muscolari del piede.

Le oscillazioni in verticale possono essere lasciate alle spalle con un ulteriore movimento, anche se potrebbe non essere semplicissimo da eseguire per le prime volte.

Il prossimo passo è iniziare a fare delle circonduzioni, cioè dei movimenti circolari che tentano di disegnare un cerchio con entrambi i piedi. L’esercizio allena le caviglie e le ginocchia.

Come rendere difficili gli esercizi

Le oscillazioni e le circonduzioni non sono gli unici movimenti che si possono eseguire con la balance board, visto che la pedana può essere usata prima come semplice riscaldamento e dopo come attrezzo fitness per aumentare l’intensità dei classici esercizi.

In questo senso si può usare l’attrezzo per fare gli addominali semplicemente sdraiandosi sopra la pedana e iniziando a eseguire il crunch o gli addominali laterali oppure per allenare i muscoli della schiena mettendo le ginocchia sulla base basculante ed effettuando

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato