Home Bellezza Combattere la cellulite con l’automassaggio

Combattere la cellulite con l’automassaggio

cibi-combattere-cellulite

La cellulite è il cruccio di tantissime donne che tentano da sempre di combattere contro questo fastidioso inestetismo. La cellulite però si può sconfiggere attraverso soprattutto un piano mirato che comprende alimentazione, sport e trattamenti estetici. Senza ricorrere a costosi centri estetici o a cure dall’estetista potete curare la vostra cellulite anche a casa praticando l’automassaggio. Si tratta di un trattamento che comprende una serie di mosse e di regole che vi aiuteranno a sciogliere il grasso in eccesso nelle cosce e nei glutei riattivando la circolazione ed eliminando, a poco a poco, la cellulite.

Le regole del massaggio anti cellulite

Il massaggio anti cellulite deve seguire una serie di regole principali, prima di tutto deve essere, al contrario di quanto si immagina, dolce e superficiale, i movimenti devono essere leggeri, prolungati e morbidi, mentre solo nella fase più avanzata sarà energico.  Nonostante ciò in nessun momento il massaggio non deve mai provocare dolore o lividi. Prima di praticare il massaggio riscaldatevi le mani sfregandole tra loro prima e spruzzate un po di crema sui palmi per far scivolare meglio le mani.

Prima di iniziare il massaggio verificate che i muscoli da massaggiare siano ben rilassati e fatelo sia la mattina che la sera. Scegliete di fare il massaggio in un momento tranquillo della giornata almeno 3 volte alla settimana dedicando almeno una ventina di minuti a gambe e fianchi, un po’ meno per l’addome. Ricordate sempre che il movimento deve essere sempre lungo il flusso del sangue, quindi per le gambe dal basso in alto.

Le tecniche dell’automassaggio

Le tecniche di automassaggio sono tantissime. Innanzitutto troviamo lo sfioramento, fate scivolare il palmo della mano distesa sulla parte compiendo una carezza appena accentuata e percorrendo più volte l’area interessata. Ricordatevi di compiere sempre il movimento del massaggio in direzione del cuore mentre sull’addome il movimento deve essere circolare.  Lo sfioramento è una tecnica che va utilizzato all’inizio e alla fine del massaggio, al termine del massaggio ricordatevi sempre di svolgere una pressione più decisa ed energica, sempre però in direzione del cuore. La frizione invece è costituita da un movimento superficiale in cui i polpastrelli poggiano sulla pelle esercitandovi una certa pressione in modo da far scorrere i tessuti sottostanti, ripetete più volte questo movimento di sfioramento nell’area interessata.

Anche la vibrazione è una manovra molto leggera e si svolge appoggiando la mano distesa sulla parte esercitando una certa pressione e trasmettendo con una vibrazione il tremito nei tessuti. La percussione si svolge invece con le nocche delle mani tenute a pugno in seguito bisogna picchiettate la parte interessata con colpi di varia intensità. Per compiere l’operazione usate il palmo della mano o i polpastrelli, a seconda dell’ampiezza della zona da massaggiare. Questo massaggio è adatto alle cosce, ai finche e all’addome, dopo questo movimento fate alcune pressioni con il palmo disteso dal basso verso l’alto con una pressione più decisa.

L’impastamento invece consiste nell’afferrare con le due mani, tra i pollici e le dita una piega di pelle e muscoli e comprimerla ritmicamente facendola rotolare tra le dita. Questo massaggio va eseguito in piccole aree come l’interno del ginocchio, le caviglie impastando tra le dita la pelle. Se dovete agira su zone come le cosce e i fianchi, afferrate una porzione consistente di pelle tenendola in mano, sollevate leggermente e schiacciate. L’impastamento è una manovra energica e forte che può essere eseguita soprattutto sulle natiche.  La manovra a S inizia come l’impastamento a piena mano, ma la pelle va spinta con una mano in una direzione e con l’altra nella direzione opposta, in modo da formare una “S”. Sollevate e piegate un paio di volte, poi lasciate e riprendete un’altra parte. Il movimento è lento e regolare. Anche questo è un massaggio profondo. Potete farlo sui fianchi e sull’addome, sulle cosce e intorno alle ginocchia.

La torsione va fatta quando la cellulite è dura e difficile da sollevare, in questo caso il massaggio va eseguito appoggiando i palmi delle mani ed attuando la torsione senza sollevare, esercitando pressione e spingendo con le mani in direzione opposta. Per un massaggio nella parte inferiore delle gambe stringete le mani distese intorno alle caviglia in modo che i pollici si tocchino da una parte e le dita dall’altra, poi con le mani risalite lungo la gamba.

Alcuni accorgimenti per combattere la cellulite

Per combattere la cellulite occorre anche seguire una serie di accorgimenti ed uno stile di vita adeguato in modo da evitare l’insorgere di questo fastidioso inestetismo. Per sconfiggere la cellulite in partenza dite no alla sedentarietà, muovetevi e siate attivi, rinunciate alla corsa, ma preferite la camminata veloce che riattiva la circolazione e il drenaggio dei liquidi. Per mobilizzare i depositi di grasso dell’organismoverita praticate un’attività fisica blanda e regolare circa 30-40 minuti al giorno. Indicati gli esercizi dolci, come la camminata o andare in bicicletta, no allo sport duro.

Scegliete di seguire una dieta bilanciata ricca di fibre e acqua, ma povero di sale che causa la ritenzione idrica e per questo va ridotto. Ridurre anche il consumo di alcool e di succhi ricchi di zuccheri. Ingerite sempre un litro e mezzo di acqua al giorno mangiando molte verdure e frutta per depurarsi ed eliminare i liquidi in eccesso.

Ricordate sempre che il dimagrimento non è legato direttamente alla diminuzione della cellulite infatti un dimagrimento troppo rapido non elimina la cellulite. Fate dunque sempre attenzione soprattutto a quello che mangiate e invece di dimagrire scegliete un regime alimentare equilibrato

Evitate anche i vizi che aumentano la cellulite come il fumo e il consumo eccessivo di alcool. Evitate anche di indossare scarpe a pianta stretta e tacchi alti poichè impediscono al piede di pompare il sangue dal basso verso l’alto, dalla periferia al cuore ostacolando la circolazione reflua e provocando il ristagno dei liquidi nei tessuti. Sono molto dannosi anche gli abiti troppo stretti  che rendono più difficile il flusso del sangue venoso.

Per approfondimenti:

Su Dietagratis.com: Cellulite cause e rimedi

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui