Home Alimentazione Colesterolo HDL e LDL: Buono e cattivo

Colesterolo HDL e LDL: Buono e cattivo

Colesterolo HDL e LDL

Tutti i lipidi ingeriti con l’alimentazione sono molecole insolubili in acqua e per circolare nel sangue devono essere trasportate da altre molecole. Anche il colesterolo deve essere trasportato da molecole dette lipoproteine. Le LDL (low density lipoprotein) sono lipoproteine a bassa densità mentre le HDL (high density lipoprotein) hanno un’alta densità.

Le LDL trasportano il colesterolo dal fegato ai tessuti e qui viene utilizzato dal nostro organismo, mentre le HDL lo ritornano al fegato.

Colesterolo HDL e LDL

colesterolo hdl

In realtà non esiste un colesterolo cattivo e uno buono ma lipoproteine buone e cattive. Le LDL sono dannose perché favoriscono il deposito del colesterolo sulle pareti arteriose favorendo il formarsi di placche aterosclerotiche.
Invece le HDL favoriscono la rimozione del colesterolo dalle arterie e quindi sono da considerarsi degli “spazzacamini”.

Quando si misura il colesterolo totale si calcola la somma di colesterolo presente nel sangue e cioè di quello trasportato dalle lipoproteine LDL e HDL. Se si ha un alto valore non significa per forza essere un soggetto a rischio cardiovascolare. Il valore importante è invece il rapporto tra colesterolo totale e HDL che nell’uomo deve essere inferiore a 5 mentre nella donna inferiore a 4,5.

Un valore di colesterolo totale pari a 250 e colesterolo HDL pari a 80 ha un rapporto di rischio di circa 3 che è buono. Ma se il colesterolo totale è 250 e l’HDL è 40 il rapporto sale a 5 e questo indica un soggetto a rischio.

È possibile aumentare il valore HDL

FATTORI CHE AUMENTANO IL COLESTEROLO HDL

  1. mantenimento del peso forma;
  2. attività fisica regolare;
  3. consumo moderato di alcol;
  4. assunzione di acidi grassi monoinsaturi ed omega-tre;

FATTORI CHE DIMINUISCONO IL COLESTEROLO HDL

  1. obesità;
  2. sedentarietà;
  3. fumo di sigaretta;
  4. dieta ricca di carboidrati;
  5. menopausa;

Attività fisica regolare

Alcuni studi hanno dimostrato che iniziare a praticare una regolare attività fisica favorisce un aumento pari al 3-9% del colesterolo HDL. Per gli sportivi e cioè per le persone già non sedentarie, un aumento di attività fisica non porta a un aumento dei valori di HDL.

Peso forma

Anche il raggiungimento e il mantenimento del peso forma contribuisce ad aumentare i valori di HDL. Attenzione però a non praticare diete estemporanee che portano ad una diminuzione del peso ma non al suo mantenimento nel tempo. I benefici si hanno solo se il peso forma viene mantenuto con una dieta sana e una regolare attività fisica.

Dieta

Non ci sono alimenti che per magia portano alla diminuzione del colesterolo cattivo ma si possono adottare alcuni cambiamenti utili nella nostra dieta. Intanto se si mangia troppo non fa bene. Meglio avere una dieta equilibrata, normocalorica. Così non è sano adottare una dieta ipocalorica perché porta ad un calo ponderale ma non positivo.

Si dovrebbe fare attenzione a non mangiare troppo grassi animali presenti per esempio negli insaccati e diminuire anche i carboidrati in quanto aumentano il carico glicemico.

Assumere omega-tre è utile per facilitare una diminuzione dei livelli di colesterolo HDL.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui