Home Benessere Colecisti infiammata: cause e sintomi

Colecisti infiammata: cause e sintomi

colecisti-infiammata

La Colecisti infiammata è una patologia causata da un’infiammazione della cistifellea e ai calcoli biliari. Se questa condizione continua per troppo tempo si arriva a parllare di Colecistite cronica. Il trattamento della colecisti infiammata solitamente si cura con una dieta povera di grassi, con l’assunzione di antibiotici, di antidolorifici e, solamente nei casi più gravi, della rimozione della colecisti.

Scopriamo qualcosa di più di questa patologia. La Colecisti infiammata è provocata solitamente dall’infiammazione del dotto cistico che collega la cistifellea con l’intestino. Ma cos’è la cistifellea? Si tratta di un piccolo organo che ha una forma di “pera” e si trova sotto il fegato. La sua funzione principale è quella di trasportare la bile che viene prodotta dal fegato e di canalizzarla nell’intestino tramite il dotto cistico oppure biliare per aiutare la digestione dei grassi da parte del corpo. Il dotto cistico dunque collega insieme il fegato il pancreas e la cistifellea all’intestino tenue. La causa principale della colecistite sono di solito i calcoli biliari che vanno ad ostruire il dotto cistico. Questo blocco fa si che la bile si accumuli eccessivamente nella cistifellea causando un’infiammazione della colecisti.

Cause della colecisti infiammata

Questa condizione solitamente prende il via con la formazione dei calcoli biliari nella cistifellea. Questo può dipendere da vari fattori, fra i quali l’ereditarietà, la dieta e il peso. I calcoli biliari possono avere delle dimensioni diverse e la loro presenza può causare pressione, irritazione oppure anche infezione. Con il tempo, le pareti della colecisti inizano ad inspessirsi e la cistifellea si riduce con la conseguenza che la colecisti non funziona più correttamente.

Oltre ai calcoli biliari però la Colecistite può essere provocata anche da un’infezione del dotto cistici, un eccesso di colesterolo della colecisti, un afflusso diminuito di sangue alla cistifellea per via del diabete, un tumore al fegato o al pancreas, oppure, nei casi più gravi, il tumore della cistifellea. I calcoli biliari sono la causa più comune nelle donne piuttosto che negli uomini. Per questo motivo le donne hanno una possibilità maggiore di sviluppare la colecistite. Il rischio di avere questa malattia aumenta dopo i 40 anni.

I sintomi della colecisti infiammata

I sintomi della Colecistite sono Forti dolori addominali, dei Crampi addominali e gonfiore, un dolore che prende la schiena e va sotto la scapola destra, ma anche Febbre e brividi, forte Nausea e vomito, ittero e diarrea.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 4 Media: 2.3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui