Coefficiente G: come programmare un allenamento personalizzato

La pianificazione di un programma di allenamento deve tener conto del coefficiente G, l’analisi biotipologica su base fenotipica e antropometrica delle caratteristiche fisiche di un soggetto.

Coeffiente G: come programmare un allenamento personalizzato- foto elblogdelasalud.info

Ma cosa si intende per coefficiente G? La lettera G sta per Ginandromorfia, il carattere biologico che permane dopo lo sviluppo dell’embrione e la manifestazione del sesso dominante.

Sia tra gli uomini che tra le donne è possibile rintracciare soggetti che preservano un elevato coefficiente G: i maschi mostreranno lineamenti delicati e femminili mentre le donne appariranno mascoline e con tratti maschili.

Per capire al meglio come categorizzare questi aspetti morfologici è bene tener presente i seguenti esempi, accentuati per far chiarezza sulla questione.

Coefficiente G Uomo

  • Lineamenti femminili, piccoli e dolci
  • Spalle arrotondate
  • Ciglia lunghe
  • Braccia gracili e meno sviluppate rispetto alle gambe
  • Ossa piccole
  • Fianchi larghi
  • Cassa toracica stretta
  • Natiche piene e rotonde
  • Retto dell’addome pieno e rotondeggiante
  • Vita alta
  • Cosce e polpacci prominenti

Coefficiente G Donna

  • Lineamenti mascolini, marcati e angolosi
  • Spalle rettangolari
  • Seno ridotto
  • Braccia robuste e lunghe rispetto alle spalle
  • Ossa grandi
  • Fianchi stretti
  • Cassa toracica ampia
  • Natiche muscolose
  • Retto dell’addome muscoloso
  • Vita bassa
  • Cose e polpacci muscolosi

Allenamento Personalizzato

Il coefficiente G fornisce indicazioni determinanti per programmare l’allenamento e modularlo con lo scopo di riequilibrare l’aspetto morfologico del soggetto.

Nell’ambito di potenziamento della parte deficitaria, nell’uomo si possono impostare esercizi specifici per la produzione di testosterone mentre nella donna è possibile puntare sull’armonia di massa magra e grassa e sul miglioramento estetico dei tratti femminili.

Calcolo coefficiente G

Come calcolare il coefficiente G? L’istruttore assegna a ogni caratteristica fisica un punteggio che si tradurrà in un valore numerico come espressione delle caratteristiche fenotipiche del soggetto e punto di partenza per un programma di allenamento personalizzato.

L’attribuzione finale del coefficiente G al soggetto riporta la somma dei punti registrati per le varie caratteristiche:

  • 15-17 – Elevato
  • 12-14 – Moderato
  • 9-11 – Medio
  • 0-8 – Basso

La determinazione di questo parametro diventa essenziale per trarre le opportune valutazioni e creare una formula personalizzata di allenamento. Al contrario, trascurare questo valore potrebbe comportare un allenamento sbagliato e risultati opposti a quelli desiderati.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato