Home Salute Cistite: cause, sintomi e rimedi

Cistite: cause, sintomi e rimedi

La cistite è una delle infezioni più comuni al mondo. Questo tipo di distubo colpisce la vescica e chiunque ne può soffrire almeno una volta nella vita. Solitamente sono le donne le persone più a rischio, ciò non significa però che l’uomo ne sia completamente esente.

cistite

Sembrerebbe che passati i 5 anni di vita, le probabilità di contrarre la cistite aumentino. Questo non significa che ciò debba accadere, ma le possibilità sono presenti comunque.
La cistite, come tutti i problemi di salute, porta con se dei sintomi, i quali possono variare da individuo a individuo. Nel caso fosse un bambino è difficile diagnosticarli. Addirittura può capitare che la febbre sia l’unica sintomo presente e per tanto non riconducibile a essa.

Mentre per quanto riguarda i più grandi, la cistite può essere veramente frustrante e dolorosa. Sensazioni di bruciore e dolori possono verificarsi ogni volta che una persona si reca in bagno a fare pipì.
Questo tipo di infezione dell’apparato urinario, che prende il nome di cistite, non fa per niente bene alla salute. Possono essere compromessi i reni, la vescica, l’uretra e l’uretere, la colpa solitamente è dei batteri, ossia la causa maggiore di queste infezioni.

Se alcune parti dell’apparato urinario vengono colpite, molte possono essere le conseguenze negative su di una persona. Ecco perché un caso di cistite non deve mai essere trascurato, neppure se sembra insignificante.

I batteri sono molto veloci a moltiplicarsi, e a diventare in sovrannumero nell’organismo. E se la causa che ha dato vita alla cistite fosse batterica occorre chiamare subito un medico.

Sintomi della cistite

In base all’età i sintomi della cistite possono cambiare, vengono avvertiti in maniera diversa nei casi di coloro che ne sono affetti. Inoltre anche il punto dov’ è presente l’infezione nell’apparato urinario determina tutto. Ossia la sintomalogia e i possibili effetti. Vediamo adesso quali sono i sintomi della cistite:

Adulti e ragazzi

  • Febbre
  • Odore molto sgradevole della propria urina
  • Bruciore
  • Alterazione del colore della propria urina, per lo più torbida
  • Dolore
  • Tracce di sangue nell’urina
  • Stimolo quasi perpetuo di urinare
  • Stress e insonnia dovuti alla frequenza di volte che una persona urina, ossia giorno e notte senza tregua
  • Mal di schiena denominato lombaggine

Bambini

Irritabilità,
Vomito
Febbre
Non avere fame

Cause della cistite

cistite 2

Secondo degli studi la percentuale più alta di casi di cistiti riguardano le donne. Le cause che possono far insorgere questo tipo di infezione possono essere diverse.
Ecco alcune delle cause diagnosticate dalla medicina:

Le donne hanno l’uretra più corta rispetto agli uomini e più vicina alla zona dell’ano. Di conseguenza i batteri intestinali sono facilitati ad infettare l’apparato urinario passando attraverso la pelle dell’ano.

  • Saponi oppure bagnoschiuma che causano un irritazione dell’uretra.
  • Mancanza d’igene o bagni sporchi.
  • In certe situazioni può essere un fattore ereditario.
  • Una diversità delle funzioni, oppure della struttura, dell’apparato urinario.

Come menzionato poca fa, la cistite non deve essere tralasciata, altrimenti molti problemi a livello di salute potranno verificarsi. Inoltre occore maggior riguardo per i bambini, dato che possono essere facilmente a rischio di cistiti.

Cura cistite

Solitamente gli antibiotici sono impiegati per combattere le infezioni presenti nelle vie urinarie. Il tipo di farmaco dipenderà dal livello di gravità della cistite. Ovviamente dovrà essere uno specialista, quale un medico, a suggerire come comportarsi e quale cura intraprendere.
Passato il periodo di cura consigliato dal medico, quest’ultimo dovrà accettarsi che l’infezione non sia più presente. Quindi sottoporrà il paziente ad un esame delle urine per controllare che le risposte risultino negative.

Vediamo adesso perché la cistite deve essere presa seriamente, sopratutto nei bambini i quali possono essere ricoverati all’ospedale per colpa delle seguenti cause:

  • Infezione ai reni, anche solo un ipotesi
  • Disidratazione
  • Neonati sotto i sei mesi
  • Probabile infezione nel sangue dei batteri delle urine
  • Febbre alta
  • Vomito frequente

Prevenzione cistite

Prevenire la cistite è possibile, grazie ad alcune regole le probabilità di contrarre questo disturbo potranno essere molto ridotte. Per esempio andare spesso in bagno è una delle prime regole.
La pipì se trattenuta tanto può causare molti problemi, tra cui anche la cistite.

Anche la biancheria per quanto riguarda le donne può essere causa di infezioni batteriche. Il cotone è il materiale più sicuro per proteggersi in questi casi.

Per quanto riguarda i bambini piccoli, la mancata igene può essere fattore scatenante di infezioni e cistiti. Per esempio non cambiare il pannolino spesso cosa che dovrebbe essere fatta.

Evitare saponi dannosi per il corpo che lo siano già stati in passato. E non bere tanto caffè. Questi sono alcuni metodi per tutelarsi un po’ dalla cistite.

Ecco un piccolo elenco pratico di come comportarsi:

  • Andare in bagno almeno 6 volte durante l’arco della giornata
  • Assumere molti liquidi
  • Igene intima non trascurata
  • Prediligere biancheria in cotone
  • Evitare il consumo di vino bianco
  • Fare pipì dopo aver fatto sesso
  • Evitare le spezie
  • Se è possibile non fare bagni nelle piscine
  • Se si è affetti da stitichezza cercare di curarla

Chiamare il medico?

E’ meglio telefonare subito ad un medico in presenza di alcune fattori molti strani.
Per esempio, dolori quando si urina, febbre improvvisa, dolori di schiena, vomito continuo, sangue nelle urine, sensazione di freddo, dolori addominali, odore sgradevole delle urine e non avere appetito.
NB. E’ importante non scherzare con questo tipo di infezioni urinarie, dato che possono diventare pericolose e molto debilitanti.

Rimedi naturali contro la cistite

La cistite è un’infezione che si manifesta con bruciore alle parti intime, continuo stimolo alla minzione e dolore di tipologia sorda alla zona dell’addome. Certe volte la cistite si accompagna alla presenza del sangue nelle urine. Le cause di questo problema sono molteplici e si stima che la cistite sia sofferta da un elevato numero di donne in tutto il mondo.

La prima arma per contrastare la cistite si basa sul comprendere quali sono i sintomi e le cause vanno quindi ricercate in infezioni di origine batterica, anche se esiste una cistite causata dalla radioterapia e una tipologia di cistite interstiziale. La cistite ‘ comune’ si manifesta quando la vescica si infiamma a causa di colonie di batteri intestinali che si depositano sulla vagina. I nomi scientifici di questi batteri sono il Proteus, l’Escherichia coli e l’Enterococcus. Questi microrganismi raggiungono la vescica risalendo attraverso l’uretra, ovvero il condotto da quale fuoriesce l’urina.

Per capire se si è affetti da cistite è utile effettuare un esame delle urine, soprattutto in caso di recidiva e può essere consigliato sottoporsi ad un tampone vaginale.

I rimedi naturali cistite possono iniziare dall’alimentazione, che è la base di ogni buona terapia. Chi soffre di cistite deve cercare di eliminare o di ridurre gli zuccheri raffinati, perché proprio lo zucchero è una sostanza che favorisce la proliferazione batterica e che può quindi aumentare la gravità del problema se la cistite è in corso.

È quindi importante ridurre lo zucchero bianco, ma anche il consumo di tutti i cibi e le bevande che lo contengono, come i prodotti industriali, le bibite zuccherine gassate e i succhi di frutta confezionato. Per dolcificare gli alimenti è utile impiegare il miele ma con parsimonia, oppure la stevia o il malto.

Una buona dieta contro la cistite deve essere ricchissima di acqua e di sali minerali, quindi via libera al consumo di vegetali, di frutta e di verdura fresca. I medici raccomandano di consumare almeno due litri di acqua naturale bevuta a temperatura ambiente al giorno per ripulire le vie urinarie e per favorire l’eliminazione delle colonie batteriche.

Rimedi naturali cistite: l’uva ursina e il mirtillo

In natura esistono due prodotti che sono fondamentali per curare la cistite e che non a caso vengono introdotti in tutti i prodotti già pronti che si possono reperire in commercio. Si tratta dell’uva ursina e del mirtillo.

L‘uva ursina è ricca di tannini, di flavonoidi e di glicosidi e attua un’azione antisettica diretta. La sua attività terapeutica contro la cistite va ricercata soprattutto nella presenza di una sostanza, l’idrochinone (HQ), che agisce a livello dell’infezione in via chimica e lavora come potente antimicrobico. Il suo impiego si è rivelato molto utile nel trattamento di numerosi ceppi batterici e di infezioni, anche in funzione dei tannini che ne amplificano l’azione. L’uva ursina può causare irritazione gastrica e nei casi più gravi anche vomito e nausea. Un effetto collaterale è la colorazione marrone delle urine e questa pianta è controindicata in gravidanza perché stimola la contrattilità uterina.

L’uva ursina può essere impiegata per preparare un’utile tisana associata alla betulla e al timo. Questa tisana può essere preparata dall’erborista di fiducia e svolge un’azione antimicrobica molto importante, stimola la circolazione delle linfe grazie alla presenza della betulla e riesce a ristabilire la giusta flora batterica vaginale grazie al timo presente nella sua composizione. L’infuso si preparar facendo bollire un litro e mezzo di acqua con le foglie e quindi bevendolo durante il corso della giornata anche tiepido. La tisana va in ogni caso assunta previa consulenza medica e in base alla tipologia di cistite di cui si soffre, perché non tutte le cistiti hanno una natura microbica.

Il mirtillo rosso si propone come un ottimo aiuto contro la cistite, grazie alla elevata presenza di antocianidine, vitamine e flavonoidi. Il mirtillo lavora per inibire l’adesione dei batteri sulle cellule del tratto urinario e i frutti del mirtillo rendono antiadesiva la superficie, quini ostacolano l’attacco da parte dei batteri. Si tratta di un rimedio naturale cistite che viene caldamente consigliato nel caso delle recidive. Il mirtillo può essere assunto come forma di succo o anche di pasticche e deve essere consumato con cautela, perché in alte dosi può provocare diarrea. Il mirtillo è inoltre sconsigliato in gravidanza, ma anche se le persone stanno seguendo una terapia con farmaci anticoagulanti perché ne aumenta l’effetto.

Rimedi naturali cistite: la fitoterapia

Oltre all’uva ursina e al mirtillo, esistono molti altri rimedi fitoterapici che possono essere impiegati nella cura della cistite. È importante chiedere aiuto all’erborista o al farmacista di fiducia per creare delle tisane o dei decotti che possono risultare utili per contrastare il problema in modo efficace. Nel dettaglio, i rimedi naturali cistite più impiegati sono:

– il pompelmo e i suoi semi, antibiotici naturali per eccellenza;

– il bucco;

– il barbaforte, chiamato anche cren;

– il sandalo;

– la bardana;

– l’echinacea;

Tutte le piante diuretiche vengono consigliate per stimolare la diuresi e la purificazione delle zone colpite dai batteri. Le piante e i vegetali eletti sono:

– gli asparagi;

– la betulla;

– l’ortica;

– il prezzemolo;

Il dolore può essere sanato impiegando rimedi naturali, quindi fiori, piante e vegetali che vantano un’azione come la melissa, la valeriana e la camomilla.

Fiori di Bach per la cistite

I fiori di Bach possono essere impiegati per curare il lato ‘emozionale della cistite’, ovvero le cause psicologiche che possono indurla. Nell’ottica di una terapia olistica completa, può essere utile rivolgersi a questi trattamenti per affrontare il problema da molteplici punti di vista. In particolare, la cistite può insorgere in caso di problemi di coppia, di difficoltà nel raggiungere lo stato di gravidanza, ma anche per cause legate allo stress professionale e ambientale. I rimedi di Bach guardano quindi alla risoluzione di questi problemi per ristabilire una certa serenità di animo, che può quindi aiutare a sconfiggere la cistite dal punto di vista psicologico ed emotivo e favorire il processo di guarigione.

Agopuntura contro la cistite

Molte donne hanno riscontrato beneficio nella pratica dell’agopuntura contro la cistite. In questo caso l’antica terapia cinese lavora stimolando dei punti chiave e cercando di diminuire il bruciore e di combattere le infezioni. L’agopuntura si impegna anche a rafforzare il sistema immunitario grazie alla pressione o all’inserimento degli aghi nelle aree del Tai Yua, che tonificano la milza e i polmoni permettendo il bilanciamento dei liquidi, del tai ching che si trova nel collo del piede e che viene trattato per tonificare il fegato e la milza e del wei ching che viene stimolato per rafforzare la zona lombare.

La medicina cinese coniglia inoltre di assumere il maitake contro la cistite, un fungo molto rivitalizzante che può essere reperito in polvere o anche consumato fresco in cucina. Si tratta di un fungo curativo che lavora per ristabilire la flora batterica buona e per contrastare le infezioni nel corpo.

Aromaterapia per la cistite

L’aromaterapia può essere impiegata sfruttando la sua funzione antibatterica. In particolare, sono consigliate essenze antisettiche come il ginepro che si impegna a disinfettare le vie urinarie, l’eucalipto che lavora molto a livello genitale per combattere le infezioni e il timo, ingrediente chiave contro le infezioni batteriche e abile nel ristabilire equilibrio nella flora batterica positiva.

Omeopatia contro la cistite

Molti sono i rimedi omeopatici consigliati per curare la cistite. In particolare, le infezioni urinarie vengono considerate da questa medicina come l’espressione di una condizione generica di salute precaria che ha permesso la proliferazione die batteri. Lo scopo è quindi di arrestare la cronicizzazione di questo percorso e di ristabilire la giusta flora batterica al fine di potere combattere le infezioni in modo auto indotto. I rimedi omeopatici sono in questo caso l’Arsenicum album 9CH che viene consigliato per attenuare il dolore e per ridurre il senso di bruciore, il Mercurius corrosivus 7 CH e il Serum anticolibacillaire 3 DH che vengono suggeriti per ristabilire e ricostituire l’organismo al fine di dare vita ad una flora batterica completa e positiva.

Rimedi naturali cistite: gli esercizi fisici

La cistite chiede di essere affrontata anche con il giusto esercizio fisico. È utile non dedicarsi a sport troppo competitivi o che apportano stress, ma a pratiche sportive o fisiche dolci e leggere. La soluzione migliore può essere ricercata nello yoga, che permette di rafforzare la muscolatura e di migliorare l’ossigenazione dei tessuti, ma anche di contrastare il problema dal punto di vista psicologico.

Lo yoga può essere associato alle passeggiate all’aria aperta a ritmo sostenuto, un vero toccasana in quanto premettono alla mente di liberarsi e anche di ossigenare i tessuti aumentando la resistenza ai virus e ai batteri. Sono sconsigliati gli sport acquatici, perché la piscina può essere considerata pericolosa per chi soffre di frequenti infiammazioni vaginali e soprattutto di recidive. Anche se l’acqua può avere un potere terapeutico molto elevato, è buona norma aspettare che il fisico sia più forte prima di affrontare sport acquatici oppure il nuoto libero.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui