CistiFlux Plus: tutte le cose da sapere sull’integratore per le vie urinarie

CistiFlux Plus è un integratore spesso consigliato dagli stessi medici ai pazienti che soffrono di infezioni urinarie ricorrenti, perché utile per il benessere complessivo delle vie urinarie. Parliamo di un prodotto da banco che si può acquistare anche online sui portali delle farmacie autorizzate e che si rivela un vero e proprio alleato in moltissimi casi. È bene precisare sin da subito che in caso di infezioni acute come la cistite o l’uretrite CistiFlux Plus viene consigliato il più delle volte come coadiuvante del trattamento farmacologico. Questo significa che facilita ed accelera la guarigione ma non deve essere considerato un sostituto della terapia prescritta dal proprio medico.

Vediamo però nel dettaglio come funziona questo integratore, cosa contiene, quali sono le controindicazioni, in quali casi può rivelarsi effettivamente utile, qual è la posologia raccomandata e dopo quanto fa effetto una bustina di CistiFlux Plus.

CistiFlux Plus: indicazioni terapeutiche

CistiFlux Plus è un integratore indicato come coadiuvante della terapia farmacologica di cistiti ed uretriti ma anche per il trattamento preventivo delle infezioni urinarie ricorrenti. Parliamo in sostanza di un rimedio naturale consigliato ai pazienti che soffrono di cistiti o uretriti frequenti e che desiderano mantenere in salute il tratto urinario, per evitare che queste problematiche si ripresentino periodicamente.

Cosa contiene CistiFlux Plus

CistiFlux Plus è un integratore che contiene proantocianidine di tipo A, ossia composti estratti dal mirtillo rosso e D-Mannosio: uno zucchero semplice con bassissimo indice glicemico. Questi due principi agiscono in sinergia proteggendo le vie urinarie ed evitandone la colonizzazione da parte dei batteri responsabili delle infezioni. CistiFlux Plus rende inoltre più acido il Ph delle urine, creando un ambiente inospitale per i microrganismi patogeni.

CistiFlux Plus: avvertenze e controindicazioni

Trattandosi di un integratore naturale, CistiFlux Plus non presenta delle grandi controindicazioni ma rimane sempre importante leggere il foglietto illustrativo prima di iniziare ad assumerlo. A tal proposito, è bene sapere che i principi attivi contenuti nel mirtillo rosso, ossia le proantocianidine, possono interferire con l’azione di alcuni farmaci e in particolare degli anticoagulanti e degli antagonisti della vitamina K come il Warfarin. Per questo motivo, i pazienti che assumono tali medicinali dovrebbero consultare il medico prima di assumere CistiFlux Plus.

Questo integratore non presenta particolari controindicazioni per le donne in gravidanza, ma anche in tal caso è raccomandato il consulto medico.

CistiFlux Plus: posologia

Questo integratore deve essere assunto seguendo la posologia indicata nel foglietto illustrativo. Se utilizzato per prevenire recidive in caso di cistite ricorrente, è consigliabile iniziare il trattamento durante i cambi di stagione o nei periodi in cui aumenta il rischio di contrarre l’infezione. In tal caso, la posologia consigliata è di 1 bustina al giorno per 10 giorni.

Dopo quanto fa effetto CistiFlux Plus

Dopo l’assunzione di una sola bustina di CistiFlux Plus non si possono notare effetti benefici, perché questo è un integratore che deve essere assunto per alcuni giorni consecutivi affinché la sua azione sia effettivamente evidente. Solitamente, l’efficacia clinicamente osservabile di CistiFlux Plus si manifesta dopo circa 14-20 giorni: tempistica che però può subire qualche variazione dovuta a fattori individuali.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Luca M.

Informazioni sull'autore
Ciao! Mi chiamo Luca, sono a capo della redazione di Sanioggi.it da quando il sito è stato lanciato, nell'inverno del 2011.
Tutti i post di Luca M.