Home Alimentazione Castagne: usi e curiosità

Castagne: usi e curiosità

Marroni, tondeggianti e saporite. Le castagne sono un alimento tipico della stagione invernale, troppo spesso tralasciato a causa del consistente valore calorico. La castagna contiene un complesso di principi nutritivi e vitamine che lo rendono un vero toccasana naturale a diversi livelli.

Le castagne sono il frutto del castagno o Castanea sativa, una pianta arborea appartenente alla famiglia delle Fagacee coltivata nelle regioni temperate di Europa, Asia e Africa occidentale.

In Italia sussistono molte le varietà presenti in Italia (circa trecento) tra cui quelle di Marradi o di  Montella. In molti non riescono ancora a distinguere le castagne dai marroni, una confusione che impedisce un uso corretto dei frutti.

Castagna- fonte irpinianews.it

Curiosità: differenza tra castagne e marroni

La differenza tra castagne e marroni non è sempre semplice da afferrare. Innanzitutto le classiche castagne sono il ‘frutto’ della pianta selvatica e i marroni sono il frutto dei castagni coltivati.

Le castagne presentano ridotte dimensioni, forma tondeggiante (piatta o emisferica) e una buccia integra e lucida che non cede alla pressione delle dita. I marroni vantano dimensioni superiori, una forma ovoidale più bombata ai lati e simile a un cuore e una buccia più sottile di colore marrone chiaro con venature scure.

Il riccio è l’infiorescenza spinosa che protegge il frutto dalle aggressioni di intemperie, insetti e agenti chimici. Quando il riccio si apre in autunno a maturazione raggiunta è possibile capire di che tipo di frutto si tratta: se contiene un unico frutto si può parlare di marrone, se preserva più frutti si tratta di castagne.

Se nelle castagne è ravvisabile una coltre-pellicina aderente che le riveste e penetra nella polpa, nei marroni tale protezione rimane all’esterno e risulta facile da rimuovere.

Castagne Vs marroni- fonte saperefood.it

Proprietà e benefici delle castagne

La castagna è un alimento di elevata qualità contenente:

  • una buona percentuale di amidi,
  • un discreto contenuto di grassi, proteine, sali minerali (potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio, ferro) e vitamine (C, B1, B2 e PP).

Fino a qualche tempo fa la castagna rappresentava quel frutto sano e nutriente alla base di molti alimenti del popolo. Oggi le varianti più sopraffine della castagna (fresche, secche o ridotte in farine) hanno favorito il suo ingresso in raffinate preparazioni culinarie.

La castagna è un frutto molto versatile dalle cui lavorazioni si ricavano alimenti gustosi e salutari quali farina di castagne, marmellata di castagne, torte di castagne e castagne secche.

Se le proprietà delle castagne restano inalterate con qualsiasi tipo di preparazione, non è altrettanto vero per la cottura. Le castane arrostite o bollite perdono il loro equilibrio: gli amidi si trasformano in zuccheri semplici ‘velenosi’ per chi è affetto da diabete o altre patologie come colite, aerofagia, diabete, obesità e patologie legate al fegato.

Le castagne risultano molto digeribili in egual misura dei cereali. Per molto tempo infatti le castagne sono state soprannominate ‘cereali che crescono sugli alberi’, anche se con caratteristiche profondamente diverse. Le proprietà benefiche delle castagne le rendono altamente consigliabili in diverse diete alimentari:

  • in caso di anemia o allergia (non contengono glutine),
  • in caso di donne in gravidanza (conservano un ricco apporto di acido folico),
  • in caso di debilitazione (il fosforo rafforza il sistema immunitario e il sistema nervoso),
  • in caso di bronchiti o diarrea (i tanniti presenti combattono gli stati infiammatori),
  • in caso di motilità intestinale e colestorolemia (la fibra contenuta ha un effetto benefico su la microflora intestinale).
Proprietà e benefici delle castagne- fonte cibodistrada.it

Usi delle castagne in cucina

Come usare le castagne in cucina? L’uso delle castagne in cucina è davvero particolare e variegato, soprattutto se si considera che ora è possibile cucinare le castagne al microonde!

La classica preparazione delle caldarroste lascia spazio a innovazione e fantasia.

La farina di castagne, ricavata dalle castagne esiccate e tritate, viene utilizzata per diverse ricette di torte e biscotti gluten free tra cui anche il buonissimo castagnaccio.

Un’altra sfiziosa idea per sfruttare al meglio le castagne in cucina è la zuppa. Il saporito frutto invernale può essere utilizzato proprio come una classica verdura, un ortaggio o un’inebriante spezia semplicemente arrostendolo e cuocendolo in un brodo ricco e saporito.

O ancora, le castagne bollite e ridotte a una specie di purea possono diventare il saporito ripieno di verdure e contorni.

Usi delle castagne in cucina- fonte cucina.corriere.it

Castagne e calorie

Il difficile rapporto tra castagne e calorie. Le castagne fanno ingrassare? Le castagne sono un alimento ricco e benefico, ma non propriamente dietetico soprattutto se si oltrepassa la quantità giornaliera ‘consigliata’.

Su 100 grammi di castagne fresche si può calcolare un apporto calorico pari a 200 calorie (30 minuti di tappeto in palestra, per intenderci!). C’è da dire che va molto meglio nel caso  di castagne al forno e lessate: le caldarroste contengono 190 calorie a fronte delle 130 calorie delle castagne bollite.

Le calorie delle castagne non costituiscono un problema per gli sportivi e tutte le persone che necessitano di un elevato apporto energetico. In questo senso la buona e sana fonte di energia delle castagne sono utili anche nei casi di inappetenza.

Altri usi delle castagne

Esistono dei modi interessanti di sfruttare le proprietà delle castagne, soprattutto per le donne. I ‘preparati di castagne’ fai da te possono essere utili per:

  • schiarire macchie della pelle (castagne lesse, schiacciate e arricchite con del succo di limone),
  • donare riflessi dorati ai capelli biondi (bucce bollite con acqua, filtrata e utilizzata per sciacquare i capelli),
  • rinvigorire la pelle (frullato di castagne bollite, miele, olio di mandorle dolci e spicchio d’arancia senza semi).
Cure di bellezza a base di castagne- fonte donnamoderna.com

Conclusione

Perché rinunciare alle castagne? Le castagne permettono di fare un bel carico di vitamine e minerali, ottenendo anche dei piacevoli risvolti su sistema nervoso e umore. E non dimentichiamoci delle cure di bellezza fai da te a base di castagna. Certo, l’apporto calorico potrebbe rappresentare un problema, ma quale alimento assunto in quantità non lo è? Niente più domande del tipo come conservare le castagne? come cuocere le castagne? La parola d’ordine è sperimentare!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui