Home Integratori Alimentari & Cosmetici Carnosina integratori: cosa sono e a cosa servono

Carnosina integratori: cosa sono e a cosa servono

Chi ha un po’ di dimestichezza con gli integratori per lo sport avrà sentito parlare di carnosina, una molecola composta da due aminoacidi. Ma perché fare assumere carnosina integratori?

Integratori- foto pixabay.com

Iniziamo col dire che la carnosina viene considerata dipeptide perché nasce dal legame di due aminoacidi uniti tramite legame peptidico: la Beta-Alanina e l’istidina.

Si tratta di una molecola auto-prodotta dal corpo presente in grandi quantità nei tessuti muscolari, negli organi e nel cervello.

Va da sé che le integrazioni extra di carnosina integratori apportano notevoli benefici e supportano le funzioni vitali dell’organismo.

Carnosina

Sport- foto pixabay.com

Il ruolo della carnosina non è stato ancora chiarito del tutto, ma le ricerche hanno sottolineato le sue virtù antiossidanti, la sua partecipazione alle attività enzimatiche e le sue capacità cicatrizzante.

  • Antiossidante – La molecola antiossidante migliora le funzionalità della membrana cellulare e la rinforza a tal punto da contrastare gli effetti deleteri dei radicali liberi.
  • Memoria – I trattamenti a base di carnosina sembrerebbero utili per migliorare l’attività cerebrale nelle persone in età avanzata.
  • Diabete – Sarebbe in grado di regolare i livelli di glucosio in caso di nefropatia diabetica (condizione dovuta a problemi metabolici ed emodinamiche del diabete mellito), spesso causa di danni renali.
  • Attività cardiaca – La carnosina sarebbe in grado di controllare i livelli di calcio nelle cellule del miocardio e mantenere in salute la funzionalità cardiaca.
  • Alzheimer – Diversi studi hanno posto l’attenzione sulla possibilità di usare la molecola per proteggere le cellule del cervello e trattare la malattia.
  • Sport – Gli integratori per sportivi la sfruttano per le sue proprietà antiage, la sua capacità di ridurre la formazione dell’acido lattico e la facilità con cui aumenta la produzione di energia.

Dosaggio e modalità d’uso

Integratore- foto pixabay.com

Ma la carnosina dove si trova? È presente in grandi quantità nella cane rossa e bianche e per questo motivo chi segue una dieta vegetariana potrebbe incorrere in una carenza nutrizionale.

Gli integratori a base di carnosina potrebbero essere utili per gestire la carenza  e sostenere le funzionalità dell’organismo.

Anche se ogni integratore mantiene dosaggi e modalità d’uso differenti, l’integrazione media giornaliera è generalmente di 100-300mg  fino a 5 grammi al giorno.

A questo si aggiunge che l’extra andrebbe assunto in piccole dosi subito dopo la colazione e prima o dopo l’esercizio fisico.

Carnosina: Controindicazioni 

Insonnia- foto pixabay.com

La carnosina integratore non riserva effetti collaterali particolari (eruzioni cutanee, formazione di muco nelle vie respiratorie e problemi a dormire), fatta eccezione per ipersensibilità personali e patologia renali o epatiche gravi.

Detto questo, però, un consumo eccessivo di carnosina potrebbe comprometterne l’effetto finale e vanificando i benefici per l’organismo.

Data l’assenza di ricerche inconfutabili sulla sicurezza dell’integrazione per le donne incinte e in allattamento è meglio evitare le integrazioni alimentari in caso di gravidanza e allattamento.

Per quanto riguarda l’assunzione da parte dei bambini, invece, bisognerebbe prestare attenzione in quanto potrebbe renderli eccitati e particolarmente attivi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui