Home Salute Candida in bocca: cause, sintomi e terapia

Candida in bocca: cause, sintomi e terapia

La candida in bocca, conosciuta anche con il nome di candidosi orale o mughetto, è una malattia della bocca scaturita dal fungo Candida Albicans. Questa infezione può apparire contemporaneamente anche in altre parti del corpo, in particolar modo nelle zone intime e nell’intestino.

Mughetto- foto zeny.iprima.cz

La candidosi orale è un’infezione che potenzialmente può attaccare qualsiasi persona. Tuttavia appare con una predisposizione maggiore nei bambini piccoli, gli anziani e quelle persone che hanno le difese immunitarie basse.

Candida in bocca: sintomi

Dolore in bocca- foto pixabay.com

La candidosi orale quando arriva non passa certo inosservata. Il dolore in bocca è diffuso, accompagnato dalla sensazione di avere cotone in bocca.

La persona colpita dal fungo della Candida Albicans vedrà apparire delle placche bianche su tonsille, gengive e palato. La lingua è coperta da una patina biancastra simile alla ricotta e appaiono puntini bianchi sull’interno delle guance.

La candida in bocca provoca anche la perdita del gusto e quando le placche sono presenti anche nell’esofago, ecco che vi è una difficoltà nel deglutire (candidosi esofagea e sintomi).

La candidosi orale è contagiosa?

Si. La candida in bocca è altamente contagiosa ed è per questo che è molto importante prestare la massima attenzione e prendere tutte le precauzioni del caso.

Molto più problematica è la situazione quando è il neonato ad avere il mughetto. Durante l’allattamento passerà il fungo al seno della mamma. L’infezione continuerà a passare così da madre in figlio per tutto il periodo dell’allattamento. La donna si accorge di avere la candida sul seno quando sull’areola la pelle diventa squamosa e lucida. All’interno del seno prova un dolore molto intenso e i capezzoli, diventati rossi e sensibili, sono particolarmente dolenti durante l’allattamento.

Come avviene il contagio della candida orale?

Bacio – foto pixabay.com

Come si prende la candida in bocca? Questo è senza dubbio uno degli aspetti da approfondire. 

Ricordiamo prima di tutto che il fungo Candida Albicans è un abitante del nostro corpo, fa parte in piccole quantità della microflora batterica.

Il modo più comune per prendere la candida orale è quella di baciare qualcuno che ne soffre. E’ improprio dire che la persona prende il fungo, perché effettivamente è già presente, semplicemente questo aumenta. Quando i livelli di funghi aumenta moltissimo, ecco che l’organismo non riesce più a gestirli e vengono sviluppati tutti i sintomi presi sopra.

Candida in bocca: cause

Fumo- foto pixabay.com

La candida sia lato maschile che femminile si presenta quando il sistema immunitario viene indebolito da farmaci o malattie. Quando i meccanismi di protezione non funzionano come dovrebbero, ecco che il normale equilibrio dei batteri non viene mantenuto e può nascere la candida orale.
I fattori che portano all’indebolimento del sistema immunitario, possono essere:

  • Fumo
  • Stress (candida orale da stress)
  • Condizione di salute precaria
  • Operazione chirurgica per trapianto di organi
  • Malattie che portano alla secchezza della bocca
  • Protesi dentarie
  • Chemioterapia e radioterapia
  • Antibiotici o cortisonici
  • HIV/AIDS
  • Diabete
  • Anemia

Diagnosi della candida in bocca

Iniziamo col dire è possibile rivolgersi a uno specialista per candida orale (medico esperto in micosi cavo orale), ma anche il medico di base può riuscire a diagnosticare la candidosi.

Il primo metro di giudizio viene offerto dai sintomi stessi. Per confermare però, è necessario effettuare analisi del sangue o esami strumentali. Le analisi del sangue sono necessarie soprattutto per comprendere qualche potrebbe essere la causa.

Terapie per la candidosi orale

Cura – foto vtactual.com

Come curare la candida in bocca? Lo scopo è quello di fermare la diffusione del fungo. Le terapie variano in base a diversi fattori quindi, noi ci limitiamo a vedere quelli che sono i più comuni.

Neonato con candida in bocca: il bebè e la mamma dovrebbero effettuare insieme un trattamento visto che, come abbiamo già detto, la candida passa da madre in figlio con l’allattamento. Solitamente il medico prescriverà il farmaco antifungino per il bambino e un antimicotico per la madre da utilizzare localmente sul seno. Inoltre è importante ogni giorno sciacquare i biberon e i ciucci utilizzati dal piccolo in una soluzione di aceto e acqua.

-Se la persona è in salute: bambino o adulto che vede comparire la candida in bocca ma non ha altre malattie, può provare a trattare la candida con una cura naturale a base di yogurt senza zucchero o capsule con Lactobacillus Acidophilus. Non vanno a distruggere il fungo, ma aiutano a ripristinare la flora batterica. Qualora l’infezione persistesse ecco che potrebbe essere prescritto un farmaco contro i funghi.

-Persona con sistema immunitario indebolito: possono essere adottate diverse terapie. Il medico può consigliare farmaci antifungini, i quali però possono creare danni al fegato. Altro farmaco è l’amfotericina B, somministrata soprattutto a quelle persone che hanno HIV avanzata o qualora gli altri farmaci non avessero avuto effetto.

In quanto tempo si guarisce dalla candida orale? Purtroppo non è facile rispondere a questa domanda perché tutto dipende dall’età del paziente, dalla gravità della situazione, dal sistema immunitario e dall’uso di apparecchi o dentiere.

Candida orale: rimedi naturali

Yogurt- foto pixabay.com

Uno dei migliori rimedi naturali contro la candida in bocca è il normale consumo di yogurt non zuccherato. Esso contiene l’Acidophilus, un batterio che aiuta l’organismo a sconfiggere i funghi in eccesso. Lo yogurt aiuta a mantenere il PH del corpo in equilibrio e, anche se non combatte in modo diretto la candidosi orale, genera batteri nelle giuste quantità per sconfiggere l’infezione.

In caso di candida orale vanno evitati tutti gli alimenti fermentati e lo zucchero. Si invece alla cipolla e l’aglio, dalle note proprietà anti-fungine. Altro rimedio casalingo è quello di aggiungere qualche goccia di tea tree nell’acqua, tenerla in bocca e dopo sputarla, non va assolutamente bevuta.

Altro rimedio consigliato è quello di usare aceto di mele con un pizzico di sale, così come acqua tiepida e mezzo cucchiaino di sale. Per sconfiggere la candida è importante anche una pulizia orale corretta.

L’alimentazione è molto importante e comprende alimenti con molte fibre, i quali riescono a tenere i valori dello zucchero nel sangue in equilibrio.

Per la donna che allatta invece, può essere utilizzato l’estratto di semi di pompelmo, conosciuto per le sue proprietà antiparassitarie, antifungine e antibatteriche. Si devono aggiungere 10 gocce in un grammo d’acqua, immergervi poi del cotone pulito e applicare la soluzione sui capezzoli. Questo stesso rimedio va bene anche per l’interno della bocca del bambino.

Forse non sarà un vero e proprio rimedio naturale per la candida in bocca, ma il bicarbonato aiuta a lenire il dolore.

Candida in bocca: rimedi omeopatici

Il trattamento omeopatico della candidosi orale punta a ristabilire l’equilibrio della flora microbica messo a dura prova dalla candida.

Considerando il carattere cronico e recidivante, però, l’approccio ricerca una cura dell’organismo a 360 gradi, ma personalizzata.

Come si previene la candidosi orale

Dentista- foto pixabay.com

Non è possibile scongiurare del tutto la candida nell’uomo, nella donna e nel bambino ma, grazie ad alcuni semplici accorgimenti, è tuttavia possibile ridurre il rischio.

Sono semplici le precauzioni e comprendono ad esempio il semplice gesto di sciacquarsi la bocca subito dopo i pasti, lavarsi i denti tre volte al giorno assicurandosi di usare un dentifricio con dentro il fluoruro. Dovete imparare a usare regolarmente il filo interdentale, cosa che pochi fanno.

Chiaramente una buona regola è anche quella di recarsi periodicamente dal dentista per effettuare i controlli e di seguire una dieta bilanciata. Quest’ultimo aspetto è forse il più difficile perché richiede uno stravolgimento delle abitudini. Lo stesso vale per lo smettere di fumare. Il fumo contribuisce alla diffusione e la proliferazione del fungo nel cavo orale.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 437 Media: 2.6]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui