Collegati con noi

Candida e alimentazione: cibi da evitare e cibi consigliati

Candida e alimentazione: cibi da evitare e cibi consigliati

La Candida si presenta come una problematica molto frequente dovuta alla presenza di Candida Albicans, un fungo appartenente alla famiglia dei saccaromiceti che vive normalmente nel tratto gastro-intestinale e nella normale flora microbica di pelle, bocca e parti intime. Ma qual è la relazione tra Candida e alimentazione?

Come combattere la Candida con la dieta- foto bellezzasalute.it

Generalmente il lievito contribuisce alla digestione degli zuccheri, una funzione che può essere alterata da un cambiamento del suo habitat naturale e della flora micotica e genera infezioni e fastidi come prurito, bruciore e perdite vaginali.

Cause della Candida

Quali sono le cause della Candida?- foto dieta-personalizzata.it

Le cause che provocano l’eccessiva proliferazione della Candida Albicans sono davvero molte e possono essere categorizzate così:

  • Gravidanza
  • Alimentazione scorretta (troppi zuccheri)
  • Medicinali (compromettono l’equilibrio intestinale)
  • Anticoncezionali orali
  • Antiacidi
  • Diabete
  • Fumo
  • Allergie
  • Intolleranze alimentari
  • Alterazione del PH

Candida: Sintomi

Tutti i sintomi della Candidosi- foto tantasalute.it

La proliferazione anomala del fungo può coinvolgere il flusso sanguigno e liberare le proprie spore in tutto l’organismo, manifestandosi con una serie di sintomi legati alla candidemia:

  • Intolleranze alimentari
  • Stanchezza
  • Irritabilità
  • Insonnia
  • Malfunzionamento intestinale
  • Cattiva digestione
  • Mal di testa

Gli squilibri della Candida Albicans risultano molto più frequenti nelle donne, ma non è escluso che possa manifestarsi anche gli uomini con una sintomatologia poco percepibile e regredibile in qualche settimana.

L’eccessiva proliferazione del fungo e la comparsa di candida intestinale, candida nella bocca e così via comportano sintomi che possono coinvolgere la pelle, il cavo orale o l’aerea vaginale:

  • Infezioni della pelle
  • Perdite vaginali
  • Congiuntivite
  • Colite
  • Stipsi
  • Diarrea
  • Bruciori intestinali
  • Infezioni a livello della vescica
  • Dolori muscolari

Candida e alimentazione

Alimentazione e cura contro la Candida- foto inerboristeria.com

La particolare conformazione del fungo responsabile di Candidosi impone un cambio di stile alimentare. Qual è il legame tra alimentazione e Candida? I cibi che contengono carboidrati sotto forma di zuccheri stimolano la produzione di lieviti che finiscono diventare tossici per la Candida stessa.

La durata della dieta per la Candida dipende sostanzialmente da stato di salute generale, corredo di sintomi e durata della condizione.

Nonostante i pareri discordanti rispetto a efficacia e durata di questa cura della Candida, la dietoterapia andrebbe seguita per almeno quattro settimane secondo i soggetti che hanno risposto con successo.

Cibi sconsigliati

Cosa non mangiare in caso di Candida- foto valfrutta.it

La Candida-cura sotto forma di dieta risulta un rimedio efficace per contrastare la crescita eccessiva del fungo ed è per questo che molti professionisti consigliano di evitare o ridurre il consumo di particolari alimenti:

  • Zuccheri – I prodotti ricchi di zuccheri, la frutta zuccherina e gli alimenti con amido favoriscono la crescita dei lieviti e peggiorano la situazione. Nella fase acuta il consumo di carboidrati andrebbe ridotto a meno di 60 grammi al giorno in base a età, stato di salute e stile di vita e gradualmente aumentato.
  • Lievitati – Pane, birra e tutti i cibi che contengono qualsiasi tipo di lievito potrebbero influenzare la proliferazione smisurata di Candida.
  • Cibi affumicati o ricchi di conservanti – Funghi, arachidi, carne essiccata o affumicata, formaggi stagionati e simili.
  • Latte e derivati – Latte, formaggio, gelati e i derivati del latte andrebbero limitati ma non eliminati.
  • Bevande – Alcolici, caffè, tè nero e birra.

Cibi consigliati

Cosa mangiare contro la Candida- foto bigodino.it

Una dieta contro la Candida deve essere pensata e stilata con l’aiuto di un esperto. In linea generale però è consigliabile il consumo di alimenti a basso contenuto di carboidrati:

  • Aglio
  • Carne pollo e tacchino
  • Cibi fermentati
  • Curcuma
  • Frutti di mare
  • Verdure prive di amido (fagioli, lenticchie e piselli)
  • Yogurt senza zuccheri

Rimedi naturali: erbe ed integratori

Rimedi naturali contro la Candida- foto youmint.it

La Candida può essere gestita anche attraverso una serie di rimedi naturali capaci di riportare la popolazione di lieviti in equilibrio.

In questi casi, le combinazioni contro la candida di cure naturali e alimentazione (erbe antimicrobiche e sostanze fitochimiche sotto forma di integratori) devono essere gestite in maniera graduale per abituare l’organismo e procedere con il trattamento contro i funghi. Un esempio?

  • Probiotici – I batteri probiotici controllano l’equilibrio della flora intestinale, inibiscono la crescita di batteri nocivi, favoriscono la digestione e stimolano le funzioni del sistema immunitario.
  • Fitoterapia – Si suggerisce l’assunzione di alcuni oli essenziali sotto forma di opercoli (origano, menta, timo e melaleuca), droghe attogene- immunostimolanti (Uncaria tomentosa, Pau d’arco ed Echinacea), spezie (finocchio, cumino e anice) e sostanze antibatteriche (propoli e rizoma essiccato di Hydrastis canadensis).

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Termini di ricerca:

  • candida e alimentazione

Non perderti questi consigli