Home Rumors Cambi di stagione: rimedi naturali contro l’astenia stagionale

Cambi di stagione: rimedi naturali contro l’astenia stagionale

I cambi di stagione comportano una serie di cambiamenti fisici e mentali a cui l’organismo deve riuscire ad adattarsi. Spossatezza, stanchezza e preoccupazione contraddistinguono una vera e propria astenia stagionale, una condizione che può essere gestita con diversi rimedi naturali.

Stanchezza legata ai cambi di stagione- foto salute.leonardo.it

L’astenia stagionale e i suoi sintomi si caratterizzano per un acuto e persistente senso di debolezza e stanchezza legati al cambiamento di stagione.

Il termine deriva dal greco “Astenes” (privo di forza) e segnala una situazione pervasa da un mancanza di forza e più in particolare da modifiche del ciclo sogno e veglia, difficoltà di concentrazione, stanchezza fisica e mentale, problematicità nel portare avanti attività normali e simili in prossimità dell’inizio delle stagioni.

Le cause che possono provocare l’astenia stagionale sono diverse e possono interessare la difficoltà dell’organismo ai nuovi ritmi stagionali, alcune carenze alimentari, possibili disturbi di carattere ormonale, infezioni e molto altro.

Generalmente però l’astenia stagionale può essere determinata da un’alterazione delle temperature e un’incapacità dell’organismo di adattarsi al nuovo ritmo di vita tanto in autunno (stagione con calo temperature, ridotta esposizione solare e maggiori incombenze) che in primavera (aumento temperature, perdita di Sali minerali o cambio delle abitudini alimentati).

Astenia dei cambi di stagione: Rimedi naturali

Cambiamenti di stagione- foto gizmodo.in

Questa condizione transitoria fatta di sintomi come ansia e stress può influire negativamente sulla qualità della vita, ma fortunatamente è possibile gestire e contrastare il quadro sintomatologico dell’astenia stagionale con diversi rimedi naturali e piccole regole di comportamento.

Fitoterapia

Ginseng- foto benesserecorpomente.it

È possibile gestire l’astenia stagionale con rimedi fitoterapici a base di rhodiola, ginseng, eleuterococco e guaranà, i cosiddetti adattogeni vegetali ovvero rimedi naturali capaci di produrre un generale miglioramento delle condizioni psicofisiche: riduzione dei sintomi di stanchezza, regolazione delle funzioni metaboliche e ottimizzazione della capacità cognitive.

I rimedi fitoterapici contro l’astenia stagionale comprende anche alcuni funghi medicinali come Reishi e Cordyceps, miceti capaci di migliorare la qualità del sonno e favorire l’energia e il benessere generale.

Fiori di Bach

Fiori di Bach- foto salutenatura.com

I Fiori di Bach aiutano a ridurre le difficoltà a iniziare la giornata, la stanchezza mentale dovuta al cambio stagionale, la difficoltà ad affrontare i problemi e tutti i sintomi legati al cambio stagionale.

Oli essenziali

Olio essenziale di limone- foto healthiestalternative.com

Gli oli essenziali conservano i principi attivi delle piante benefiche da cui vengono estratti e in questo caso l’olio essenziale di limone (Citrus limonum) risulta davvero efficace per rivitalizzare il sistema nervoso e alleggerire il senso di oppressione che caratterizza il cambiamento di stagione.

Omeopatia

Gli oligoelementi possono aiutare a trattare i sintomi legati all’astenia stagionale giacché si tratta di una condizione priva di cause organiche (cambi di stagione e mutate esigenze fisiche e mentali).

Ovviamente è necessario rivolgersi a un medico omeopata per conoscere il rimedio più adatto (brionia, arsenico album, sulfur, natrum muriaticum e simili) e le dosi consigliate per riuscire a contrastare il senso di stanchezza cronica.

Alimentazione

Verdure a foglia verde- foto fresh2door.ie

È importante optare per un’alimentazione equilibrata come il modello di dieta mediterranea ovvero un regime alimentare connotato da un’alternanza di macronutrienti e micronutrienti.

Il menu settimanale deve essere organizzato alternando pietanze a base di verdure a foglia verde, frutta fresca di stagione e frutta fresca.

Il piano alimentare deve evitare alimenti industriali o preparati con ingredienti raffinati e limitare il consumo di alcol e zuccheri.

Sonno e veglia

Ciclo veglia-sonno- foto riza.it

L’alterazione del ciclo di sonno e veglia rappresenta il primo campanello d’allarme dell’astenia stagionale e per questo è preferibile evitare di andare a dormire troppo tardi o cenare prima di andare a letto con il processo digestivo ancora in corso.

Esercizio fisico

Esercizio fisico outdoor- foto backindonny.uk

L’attività fisica è importante per gestire l’astenia stagionale, ma deve essere associata all’esposizione solare sia in autunno che in primavera: durante la stagione fredda è utile per accumulare una buona quantità di vitamina D e allontanare lo stress e durante la primavera assicura al corpo un più rapido adattamento alle temperatura in crescita.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui