Calistehenic, la nuova frontiera del fitness funzionale

Calistehenic è una disciplina a corpo libero che unisce forza, resistenza ed equilibrio in un corredo di esercizi fisici che allenano ogni parte del corpo. Più precisamente, il termine inglese deriva da i due termini greci “kalos” e “sthenos” ovvero bellezza  forza (calisthenic, callisthenic o calistenia).

L’allenamento funzionale Calistehenic- foto vanityfair.it

Questo particolare allenamento funzionale che, in concomitanza con una buona dieta, costruisce un allenamento produttivo ed efficace per sostituire gli esercizi che si eseguono in palestra con i macchinari.

Non si deve pensare agli esercizi Calistehenic come a un complesso di movimenti semplici, anzi. Ogni area muscolare deve essere riscaldata a dovere prima di procedere con l’esecuzione dell’esercizio. Chi pratica questo allenamento funzionale  deve calibrare gli esercizi in funzione a caratteristiche e attitudini proprie per riuscire a lavorare su forza, equilibrio, resistenza oppure per puntare sulla coordinazione fisica e tecnica necessarie per la preparazione.

Calistehenic: allenamento

La disciplina coinvolge tutte le grandi masse muscolari del corpo per via degli esercizi dinamici e isometrici che contempla anche solo nella preparazione fisica. Nel Calistehenic è importante sia il lavoro di riscaldamento che la continuità di un programma di allenamento ben realizzato qualitativamente.

È chiaro che per rendere di facile comprensione il tipo di lavoro dei Calistehenic bisogna suddividere gli esercizi in funzione dei gruppi muscolari che vengono interessati.

Parte superiore

Si tratta di un lavoro che interessa i muscoli bicipiti, tricipiti, pettorali, deltoidi, avambracci, core. Uno degli esercizi fondamentali è il push-up ovvero il piegamento sulle braccia a terra, in ogni sua variante (a gambe tese, a gambe flesse con le ginocchia a terra, con un braccio solo o con i piedi appoggiati su un rialzo). Qualsiasi sia il tipo di variante scelta, il push-up prevede che bacino, tronco e nuca siano allineati e che le mani siano posizionate alla stessa larghezza delle spalle.

Parte inferiore

Si tratta di un lavoro che interessa tutti i muscoli degli arti inferiori. E quale esercizio si presenta meglio dello squat? L’esercizio prevede un’apertura dei piedi almeno a larghezza spalle e una posizione delle punte dei piedi verso l’esterno. Da questa posizione e con braccia avanti, bisogna scendere come per sedersi, facendo attenzione  a mantenere la schiena dritta e spostando leggermente indietro il bacino.

Un altro esercizio utile per allenare la parte inferiore è la flessione con slancio. Come si procede? Da una posizione eretta con le braccia distese in avanti e i piedi leggermente divaricati, accorciarsi piegando le gambe e sollevando leggermente i talloni. Dopodiché spiccare con un salto verticale, cercando di arrivare il più in alto possibile e atterrare ritornando alla posizione di partenza con le gambe piegate.

Core

Si tratta della parte centrale del corpo che comprende addominali, muscoli della schiena e del tratto pelvico. Gli esercizi tendono a rinforzare i muscoli di trono, bacino e schiena , quei gruppi imputati all’ottimizzazione dei gesti e alla gestione dell’equilibrio posturale. Gli esercizi di base sono il sit-up, il crunch e il plank:

  • Sit-up e Crunch – La posizione di partenza è la stessa ovvero supina e con gambe piegate. La differenza è che mentre nel sit-up si deve portare il tronco il più vicino possibile alle gambe, nei crunch è sufficiente sollevare da terra solo la parte alta del tronco.
  • Plank frontale o laterale – Sostanzialmente è un esercizio che permette agli addominali di lavorare in isometria ovvero da fermi. E se nel frontale la posizione di partenza è quella dei piegamenti che vengono sospesi sui gomiti che poggiano a terra con l’avambraccio perpendicolare al braccio, nel plank laterale è necessario poggiare a terra il gomito e sollevarsi da terra per l’appunto lateralmente.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato