Home Fitness Blindly dancing: ballare bendati per superare i limiti

Blindly dancing: ballare bendati per superare i limiti

Hai mai sentito parlare di Blindly dancing? Ebbene se ami la danza non puoi lasciarti sfuggire questa forma di danza da bendati che insegna a sentirsi liberi, a superare i limiti e a restare in forma.

Ballare al buio- foto ilsitodifirenze.it

Ballare bendati insieme ad altre persone sempre bendate può creare una situazione strana e di forte impatto che insegna ad ascoltare il corpo a prescindere da ciò che si vede e dalla percezione visiva dello spazio.

La benda oscura la vista e porta via tutti i punti di riferimento visivi che normalmente guidano il corpo all’interno di un ambiente. Tutto quello che resta da fare è affidarsi alla guida di qualcun altro che si trova nella stessa condizione.

Blindly dancing: Come nasce?

L’interessante metodica Blindly dancing nasce dal percorso personale e professionale di Elena Travaini, ballerina e insegnante di danza non vedente, e dal suo compagno Anthony Carollo.

Sebbene Anthony non abbia la disabilità di Elena, i due si esibiscono e gareggiano bendati in modo da accrescere la sintonia e trasmettere un’emozione unica nel ballo: “All’inizio non è stato facile armonizzarsi. C’era qualcosa che non funzionava perfettamente ma non sapevamo bene cosa. Poi ho avuto l’idea di bendarmi: dovevo sentire e provare quello che lei sentiva. Da quel momento è cambiato tutto: siamo migliorati tecnicamente, il nostro feeling è aumentato, non c’erano più distrazioni e ogni singola imperfezione riusciva a essere corretta dall’altro”.

Come approcciarsi al Blindly dancing

La Blindly dancing richiede di mettersi alla prova sfidando le paure date dall’oscurità, una prova che permette di superare ogni barriera e scoprire che i limiti, spesso, sono un ostacolo posto da soli.

Una lezione-tipo di Blindly dancing porta a ballare un ballo in coppia, eseguendo i passi bassi attraverso tre fasi:

  • Fase I – Si balla da soli per prendere confidenza con il nuovo modo di ballare.
  • Fase II – Il ballo diventa di coppia con ripetuti cambi di compagno in modo da imparare a lasciarsi guidare da chiunque.
  • Fase III – La danza diventa di gruppo con esercizi basati sulla fiducia come quello di lasciarsi cadere tra le mani degli altri).

La Blindly dancing è un modo di ballare privo di rischi che scardina le convinzioni del ballo e le abitudini di gestualità per mettere in piedi un allenamento vero e proprio che aiuta a superare i limiti di movimento.

Percorso di crescita

La lezione di ballo Blindly diventa un percorso di conoscenza di sé e degli altri, un modo divertente che arriva a un momento di confronto e condivisione delle proprie emozioni.

Quello che distingue la Blindly dancing da tutti gli altri corsi di ballo è il senso di libertà in cui ci si immerge: ogni movimento al buio aiuta a conoscere il corpo e a percepire lo spazio in modo diverso senza che lo sguardo di qualcun altro limiti i movimenti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui