Home Integratori Alimentari & Cosmetici Beta-glucani: cosa sono e a cosa servono

Beta-glucani: cosa sono e a cosa servono

Forse avrai sentito parlare di beta glucani in associazione ad alimenti come crusca, avena, lievito, funghi e alghe, in quanto polimeri costituiti da molecole di glucosio indigeribili classificate come fibre vegetali solubili. Ma perché è possibile trovare integratori con beta-glucani?

Beta glucan- foto nature-sciences-sante.eu

Il beta glucosio, grazie alla struttura chimica costituita da legami Beta 1,3 o Beta 1,4 glicosidici, può essere sfruttato sia in ambito terapeutico che nel dimagrimento.

Di fatto è proprio la struttura chimica dei betaglucani a conferire loro flessibilità e bassa digeribilità responsabili delle funzioni espletate: funzione ipocolesterolemizzante, funzione ipoglicemizzante e funzione immunomodulatoria.

A cosa servono i beta-glucani?

Betaglucano integratore- foto erboristeriarcobaleno.com

I beta-glucani vengo usati essenzialmente in ambito nutrizionale per via delle proprietà legate alla particolare struttura chimica.

Di fatto i beta-glucani raggiungono indisturbati l’intestino ed esercitano un’azione chelante nei confronti di glucosio e colesterolo dietetico, facendo in modo che il corpo non assorba tali sostanze e se ne liberi facilmente attraverso le feci.

Le ricerche scientifiche hanno sottolineato come la parte dei beta glucani digerita a livello dell’intestino sarebbe in grado di creare glicosidi e oligosaccaridi bioattivi, un’azione che potrebbe essere alla base della funzione immunomodulante di tali molecole.

L’introduzione di beta-glucani attraverso l’alimentazione o integratori faciliterebbe l’attività dei fagociti (sottoclasse del globuli bianchi che intrappola e distrugge agenti patogeni).

Beta-glucani: Proprietà e benefici

Sazietà- foto rionegro.com.ar

Gli studi condotti sul consumo regolare di beta-glucani hanno posto in evidenza una serie di benefici dal punto di vista nutrizionale e in particolar modo in ambito dietoterapico:

  • Colesterolo – Sembra che le molecole possano ridurre le concentrazioni di colesterolo nel sangue del 10%, oltre che migliorare i rapporti tra colesterolo “buono” e colesterolo “cattivo”.
  • Glicemia – I polisaccaridi indigeribili promettono di migliorare l’assorbimento degli zuccheri dietetici, riequilibrare il profilo glicemico e promuovere la risposta insulinica alla quota di glucosio.
  • Sazietà – L’assunzione di betaglucani potrebbe contribuire a un rallentamento dello svuotamento gastrico, a favorire un senso di sazietà e a migliorare l’approccio al regime alimentare dietetico.

Modi d’uso

Effetto betaglucano- foto ciaofood.it

I beta-glucani integratori preservano dosaggi a sé che dipendono dalle finalità e che vengono indicati sul foglietto illustrativo.

Generalmente le dosi di 3-6 grammi giornalieri, da assumere prima dei pasti con abbondante acqua, potrebbero essere sufficienti per sviluppare un’azione ipocolesterolemizzante e fornire un notevole senso di sazietà.

Durante l’uso di beta-glucani è necessario assumere buone quantità di acqua allo scopo di evitare la comparsa di possibili complicanze come ostruzione intestinali e stipsi.

Beta-glucani: Effetti collaterali e controindicazioni

Dolori crampiformi- foto lajmi.net

L’assunzione di integratori con beta-glucani è ben tollerato dal corpo, anche se non si può escludere la comparsa di problemi intestinali (meteorismo e crampi) nei soggetti predisposti.

L’uso di betaglucani viene controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o terapie farmacologiche (potrebbero ridurre l’assorbimento intestinale dei principi attivi).

Nonostante gli integratori di beta-glucani non riservino spiacevoli sorprese è preferibile consultare un medico in caso di intestino irritabile o altri disturbi funzionali che riguardano l’apparato gastroenterico.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui