La bellezza della pelle abbronzata

Il classico colorito pallido che l’inverno o alcune manifestazioni influenzali possono lasciare addosso non piace a nessuno, ecco perché diventa importante saper trattare opportunamente la propria pelle donandole un colorito più sostenuto.

Lo si può fare quotidianamente attraverso una buona dieta, ma questa è una tecnica non applicabile a tutti (agli uomini ad esempio) e non sempre gradevole alla vista. Meglio provare a regalarsi un aspetto abbronzato anche quando l’estate è lontana attraverso un consapevole uso di prodotti di bellezza (come le creme autoabbronzanti di Estée Lauder).

Rispetto a quanto il mercato proponeva alcuni anni fa oggi è possibile regalarsi una abbronzatura fuori stagione gradevole ed uniforme non solo attraverso le classiche creme ma anche attraverso emulsioni, spray e salviettine, tutti prodotti che oltre ad avere effetti estetici positivi preservano la nostra pelle dall’esposizione ai raggi UVA e UVB a cui si andrebbe incontro se invece si utilizzassero le lampade solari.

Questo beneficio, unito all’apporto idratante dei prodotti autoabbronzanti, ha anche il vantaggio di non accelerare l’invecchiamento della nostra pelle.

L’effetto abbronzante di questi prodotti deriva dalla loro interazione con la cheratina che scatena la colorazione scura della pelle; nelle creme di ultima generazione sono inoltre presenti ulteriori sostanze che armonizzano questo effetto cromatico agendo sugli amminoacidi dell’epidermide in modo che la colorazione finale sia uniforme.

Nonostante questo è comunque sempre consigliabile all’inizio applicare una piccola quantità di prodotto su una zona non visibile e ristretta del corpo per testarne l’efficacia prima di passarla su tutta la pelle. Se il risultato è positivo è possibile iniziare un utilizzo progressivo; l’abbronzatura solitamente non è immediata, ma richiede circa 5-6 giorni di applicazione prima di essere apprezzabile.

Successivamente bisognerà continuarne l’utilizzo fino a quando si desidera mantenere il colorito abbronzato così ottenuto in maniera artificiale. Un ultimo accorgimento riguarda l’utilizzo di autoabbronzanti d’estate: è possibile, ma bisogna ricordarsi di far uso comunque di un ulteriore prodotto protettivo che faccia da filtro contro i raggi UVA e UVB.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]