Bava di lumaca contro acne e rughe

Bava di lumaca

L’ultima tendenza in fatto di bellezza sembra quella della bava di lumaca. La bava di lumaca sarebbe apprezzata per una serie di effetti positivi che essa svolgerebbe sulla nostra pelle. Sembra la soluzione ideale per contrastare l’acne, minimizzare le cicatrici e le smagliature e contrastare la comparsa delle rughe.

In realtà non vi è nulla di nuovo nell’utilizzo della bava di lumaca come cosmetico, essa è stato utilizzata come principio attivo di molte creme europee per anni, anche dagli antichi Greci, che ne avevano riconosciuto il suo potenziale già con Ippocrate, il quale consigliava di utilizzarla per alleviare i fastidi della pelle infiammata.

Di recente, il potenziale della bava di lumaca, è stato riscoperto per caso, allorquando dei contadini cileni notarono che la loro pelle guariva più velocemente e senza cicatrici, da quando avevano iniziato a gestire il mercato alimentare di lumache francesi. Questi stessi agricoltori hanno avuto l’idea di lanciare una serie di prodotti alimentari a base di lumaca sul mercato, fino all’ideazione di un prodotto cosmetico a base di bava di lumaca, circa 15 anni fa.

Oggi, i prodotti a base di bava di lumaca sono in piena espansione e acquistati con convinzione da tutti gli ossessionati dalla bellezza.

Bava di lumaca per pelle morbida e delicata

I maggiori produttori di cosmetici, in tal senso, sostengono  che la bava di lumaca lenisce, rigenera e guarisce la pelle, grazie al 70 per cento di estratto di bava lumaca che essi contengono. In genere, la bava di lumaca, viene arricchita da una miscela complessa di proteine, acidi glicolici ed elastina, ed hanno la funzione di proteggere la pelle dai raggi UV e dalle infezioni.

Precisamente, la bava di lumaca agisce stimolando la produzione di collagene, il che si traduce in una maggiore capacità della pelle di trattenere l’acqua e in una guarigione rapida delle ferite. Tuttavia, nonostante le belle promesse da parte dei produttori, molti ricercatori affermano che non esistono studi comparati con un placebo in grado di dimostrare l’efficacia che la bava di lumaca avrebbe nel favorire il ringiovanimento della pelle.

Ma nonostante gli scienziati rimangono scettici, il prodotto bizzarro sta suscitando un vero interesse sul web. Dalle recensioni di chi ha avuto il coraggio di provare la bava di lumaca sulla pelle, emerge (e questo non dovrebbe sorprendere), che si tratta di un gel molto appiccicoso, che tuttavia, dona al tatto, la sensazione di morbidezza.

Per ottenere la bava, le lumache vengono stimolate meccanicamente e poi vengono raccolte le secrezioni.

La bava di lumaca poi verrebbe filtrata più volte per garantirne la purezza, prima di essere confezionata. La bava di lumaca è solo uno dei tanti prodotti naturali, che nella ricerca cosmetica, vengono impiegati. Basti pensare al veleno di serpente, al muco di ape, alla polvere di diamante, all’olio di squalo, al midollo del pollo, alle feci di uccelli e persino allo sperma del toro.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]