Home Benessere Bardana: proprietà, usi e controindicazioni

Bardana: proprietà, usi e controindicazioni

La bardana o Arctium lappa è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae molto conosciuta come rimedio naturale contro problemi della pelle e disturbi del cuoio capelluto. Scopriamola meglio!

Bardana pianta- foto pixabay.com

La pianta cespugliosa presenta una radice allungata, numerosi fusti ramosi, molte foglie cuoriformi verdi nella parte superiore e grigiastre in quella inferiore e bellissimi fiori di color porpora riuniti in corimbi contenuti in un involucro con brattee uncinate che compaiono in estate.

Il nome Arctium fu introdotto nella sistematica da Linneo, anche se Arctium in greco vuol dire orso (forse per fare riferimento all’aspetto ispido della pianta) e llap in celtico vuol dire “mano” (il fiore si attacca a qualunque cosa gli passi vicino).

La bardana è conosciuta fin dall’antichità come ortaggio e pianta medicinale: la medicina popolare la utilizzava come antidoto naturale contro i morsi dei serpenti velenosi e dei cani affetti da rabbia e come ingrediente di decotti o infusi e preparati erboristici con incredibili proprietà benefiche e terapeutiche.

Non bisogna dimenticare che la bardana è utilizzata nella preparazione di piatti orientali, specialmente di piatti a base di gambi crudi della pianta.

Costituenti chimici

Le mille virtù della bardana pianta sono riconducibili essenzialmente dal complesso di costituenti chimici che riserva in ogni sua parte:

  • Acido arctico
  • Derivati dell’acido caffeico
  • Fitosteroli
  • Inulina
  • Lappatina
  • Lattoni sesquiterpenici (es. arctiopicrina)
  • Lignani (es. arctiina)
  • Olio essenziale
  • Polifenoli
  • Poliini e polieni
  • Polisaccaridi
  • Sali minerali (potassio, ferro, zinco, manganese e fosforo)
  • Tannini
  • Vitamine (vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E e piridossina)

Bardana: Proprietà curative

Bardana proprietà sulla pelle- foto pixabay.com

I principi attivi della bardana sviluppano proprietà e benefici in relazione a diversi disturbi a livello cutaneo e non solo.

Fondamentalmente i rimedi naturali e i prodotti a base di bardana sfruttano gli effetti benefici che si possono ricavare da radici e foglie della pianta Arctium lappa:

  • Depurativo – La pianta, grazie ad acidi fenilici e inulina, riserva un effetto depurativo e drenante a livello cutaneo, nonché a carico degli organi responsabili del metabolismo e dello smaltimento delle tossine (fegato, cistifellea, intestino e reni).
  • Antiossidante – La presenza di vitamine e composti antiossidanti proteggono l’organismo dagli effetti dannosi dei radicali liberi.
  • Antitumorale – Le molecole antiossidanti e le sostanze di natura non proteica sembrerebbero agire contro la formazione di manifestazioni tumorali.
  • Antibiotico e antimicotico – Il succo estratto dalle foglie, con la sua percentuale di acidi fenolici, contrasta l’azione dei batteri gram positivi e la comparsa di infezioni fungine.
  • Intestino – L’inulina, un prebiotico che tiene sotto controllo il transito intestinale, arriva direttamente nell’intestino crasso e nutre i batteri normalmente presenti per mantenere attivo e sano l’intestino.
  • Glicemia – Il derivato di vitamina B2 aiuta a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue e agisce come coadiuvante nel trattamento del diabete.
  • Colesterolo – La presenza di inulina regola i livelli di colesterolo nel sangue e sviluppa un effetto ipocolesterolemizzante.

Modi d’uso

Tisana alla bardana- foto vivipuro.it

Le preparazioni a base di bardana si acquistano in erboristeria, nei grandi supermercati forniti e negli shop online a prezzi accessibili che variano dai 7 ai 18 euro in base al tipo di preparazione:

  • Decotto – Basta bollire 50 grammi di radice di bardana in un litro di acqua per circa 20 minuti, filtrare e bere 3 tazze al giorno lontano dai pasti per dare vita a una cura palliativa dell’acne giovanile.
  • Tintura madre – La bardana sotto forma di tintura madre viene diluita in poca acqua per creare una bevanda da bere 3 volte al giorno per curare le dermatosi in generale.
  • Tisana – La tisana deve essere preparata bollendo un cucchiaino di radici in acqua per 3 minuti, lasciando in infusione e filtrando la bevanda depurativa.
  • Unguento – L’applicazione topica di un unguento preparato dal succo ricavato dalla spremitura delle foglie (olio di bardana) coadiuva il trattamento di eritemi, piaghe e ulcerazioni.
  • Compresse – La bardana in capsule va assunta 2-3 volte al giorno secondo quanto indicato nel foglietto illustrativo.
  • Crema e lozione – Le creme e le lozioni che contengono i principi attivi della bardana curano acne e affezioni varie della pelle.

Bardana: Controindicazioni

Gravidanza- foto pixabay.com

Generalmente le preparazioni a base di bardana non riservano particolari controindicazioni, salvo ipersensibilità conclamate alle piante della famiglia delle Asteraceae causa di manifestazioni allergiche.

Occorre consultare uno specialista in caso di terapia farmacologica ipoglicemizzante in atto per via della possibile interazione con i farmaci o in caso di gravidanza e allattamento per via dell’effetto lassativo che può portare disidratazione e problemi alla muscolatura uterina.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui