Home Salute Baby Food Diet: la dieta degli omogeneizzati

Baby Food Diet: la dieta degli omogeneizzati

Baby Food Diet, come dimagrire con la dieta degli omogeneizzati

Tracy Anderson è la inventrice di questa innovativa dieta che ha ultimamente contagiato le star di Hollywood: la Baby Food Diet. Il regime è piuttosto semplice. Si possono consumare fino a 14 omogeneizzati al giorno, in aggiunta a un pasto completo fatto con alimenti solidi ma ipocalorici.  In definitiva si tratta di una dieta completa. Gli omogeneizzati sono ricchi di vitamine e minerali e poveri di grassi e zuccheri, ma sono indicati per i bambini, non per gli adulti. Nonostante questo sono decine e decine le star di Hollywood che hanno aderito a questo regime alimentare. La Baby Food Diet viene utilizzata per perdere i chili di troppo. Non appena si è raggiunto lo scopo, si può tornare ad una alimentazione ‘adulta’.

Baby food diet: quanto si dimagrisce

Con la dieta degli omogeneizzati si perde molto peso. Si può arrivare a perdere fino a 9 kg in solo 6 settimane. Un risultato ottimo e sicuramente ambito. Un risultato che ha portato tantissime star a seguire questo regime da Madonna a Angelina Jolie. Jennifer Aniston sembra che consumi fino a 12 omogeneizzati al giorno e questo le ha permesso di perdere oltre 5 kg in pochissimo tempo. Stiamo comunque parlando di attrici famosissime che fanno del loro corpo il loro lavoro. E quindi devono obbligatoriamente mostrarsi in un certo modo, cioè magre. Ma un regime alimentare del genere fa male anche a loro. Ok seguirlo per un paio di settimane, ma non di più. Neppure per una diva a livello internazionale.

Baby food diet: controindicazioni

Come abbiamo detto, la dieta dell’omogeneizzato, non è tra le più sane in assoluto. Prima di tutto gli omogeneizzati sono poveri di grassi e zuccheri ma anche di sapore e questo certamente non incentiva la dieta. E poi, diciamocelo, le vitamine e i minerali che contengono sono adatti per i bambini, ma non certo per gli adulti. È vero che durante il giorno si può fare un pasto da adulti e quindi masticabile, ma deve essere ipocalorico e quindi non sempre riesce da solo a soddisfare il bisogno di vitamine e minerali di un adulto. Che la dieta dell’omogeneizzato non è tra le più sane, lo dimostra anche il fatto che chi la segue può e deve fare attività fisica, ma molto blanda. Solitamente nelle diete dimagranti si prescrive il massimo movimento fisico possibile, in questa no. Viene consigliata una passeggiata leggera e la ginnastica dolce. Insomma, un motivo ci sarà….

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 2.9]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui