Home Salute Artrite e Artrosi: intervenire con integratori, alimentazione e attività fisica

Artrite e Artrosi: intervenire con integratori, alimentazione e attività fisica

artrite-artrosi-glucosaminaPer combattere l’artrosi e l’artrite reumatoide potrebbe essere di grande aiuto l’alimentazione. Una dieta che comprende determinati cibi e ne esclude altri, infatti, può essere utile per alleviare i sintomi di queste patologie, riducendo la sensazione di stanchezza, la rigidità ed il dolore. Nonostante secondo l'”Arthritis Foundation” non esista, in realtà, un regime alimentare in grado di contrastare queste malattie, risulta invece evidente che alcuni alimenti tendano a dare sollievo, mentre altri portino ad un peggioramento dei sintomi. Adeguare il proprio regime alimentare in base alle indicazioni che il corpo ci fornisce, potrebbe essere utile per combattere le malattie in maniera migliore.

Di pari passo con la dieta, l’azione di contrasto all’artrosi e all’artrite potrebbe essere resa ancor più efficace con gli integratori alimentari, in particolare quelli a base di glucosamina e omega6, in assoluto i più validi contro questo tipo di patologie. Una guida approfondita sull’utilità e l’efficacia della glucosamina contro i sintomi dell’artrosi e tali integratori è possibile consultarla sul sito del più noto produttore di integratori alimentari www.glucosamine.com.

Alcuni recenti studi hanno dimostrato che quasi il 40% degli individui che hanno a che fare con l’artrite reumatoide possono avere dei benefici pianificando una dieta che escluda gli alimenti definiti “sospetti”, ovvero quelli che danno l’impressione di aggravare i sintomi della malattia. Dopo qualche tempo, questi cibi verranno poi inseriti nuovamente nel programma alimentare e verrà osservato con attenzione il loro impatto, per capire se la loro presenza provoca un incremento della rigidità e un aumento del dolore nel paziente affetto da artrite. Questa dieta denominata “ad eliminazione” può portare dei benefici ad alcuni pazienti, purtroppo però non è efficace con tutti allo stesso modo.

Per questo alcune persone necessitano di integrare la propria alimentazione con gli integratori, che hanno un effetto anti-infiammatorio e dunque contribuiscono a ridurre il dolore provocato dalla malattia. Oltre alla riduzione del dolore, poi, si verifica anche un incremento dell’elasticità per quanto riguarda le articolazioni, che risulteranno quindi meno rigide. Naturalmente non bisogna aspettarsi effetti miracolosi ed immediati quando si assumono integratori, in quanto a volte servono settimane o addirittura mesi prima di constatare una diminuzione dei sintomi.

Grazie all’azione degli integratori, inoltre, si ridurrà anche la quantità di farmaci anti-infiammatori da assumere, poiché il dolore provocato dalle infiammazioni verrà ridotto dall’intervento degli integratori alimentari. Altrettanto importante, infine, risulta l’attività fisica, poiché ricerche scientifiche hanno dimostrato che la perdita di peso allevia i principali sintomi dell’artrite, vale a dire la rigidità ed il dolore. Smaltire i chili eccedenti avrà un effetto benefico in primo luogo sulle articolazioni, che saranno meno sollecitate, e poi sulla salute generale. Un peso eccessivo, infatti, non può che peggiorare la condizione delle articolazioni, aumentandone la rigidità e di conseguenza i dolori.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui