Home Alimentazione Arance: proprietà, benefici e controindicazioni

Arance: proprietà, benefici e controindicazioni

Tante varietà di arance, ma ancor più numerosi sono i benefici dei nutrienti che compongono questo agrume. Antiossidanti, vitamine, sali minerali… assumere regolarmente questo frutto, sia al naturale che come spremuta, può essere davvero benefico. Tuttavia le arance non sono completamente prive di controindicazioni.

Frutti del mese di novembre

Le varietà di arancio sono davvero tante. Si distinguono soprattutto per via del colore della polpa. Questo frutto è a basso contenuto calorico. Per 100 grammi vi sono circa 34 kCal. La predominanza è di acqua, circa 87g. A seguire gli zuccheri con il loro 7.8g. Le proteine con 0.7g, i lipidi con 0.2g.

Il succo di arancia invece, conta per 100 ml 33 kcal. Vi è un 89,3g di acqua, 8,2 di zuccheri. 0,5 g di Proteine, 0 g fi lipidi e 0 grammi di fibre.


Entrambi, sia il frutto che il succo d’arancia sono invece ricchi di vitamine A, B e C. La quantità di sali minerali cambia. Nel frutto vi è un alto contenuto di sodio, ferro, fosforo e calcio.

Le persone si chiedono se è meglio l’aranciata o mangiare un’arancia così come si coglie. Ognuna ha dei pro e contro. La spremuta deve essere consumata in fretta per evitarne l’ossidazione, ha un valore nutrizionale alto, ipocalorica e ricca di vitamine. Tuttavia non ha fibre, le quali hanno un compito indispensabile.

Per i diabetici e coloro che hanno il colesterolo alto è meglio il frutto perché limita l’assorbimento di zuccheri. Per gli sportivi ad esempio, è meglio il succo perché offre una riserva immediata di energia.

Benefici delle arance

L’arancia come abbiamo visto è un frutto altamente idratante, contiene poche calorie e tante vitamine. Ricca di antiossidanti, aiuta a contrastare e prevenire molte malattie.

  • Utile nella dieta dimagrante. E’ consigliato il consumo nella dieta ipocalorica, preferibilmente come frutto perché limita assorbimento di grassi e zuccheri. Grazie ai polifenoli e terpeni, che sono antiossidanti, vanno bene anche nelle diete per gli sportivi. Durante l’attività fisica si generano i radicali liberi, i quali danneggiano cellule e tessuti. Grazie agli antiossidanti presenti nelle arance, i radicali liberi vengono contrastati.

  • Combattono il cancro. Secondo alcune ricerche, di cui una parte sono state sostenute dall’AIRC, le arance sono utili nella lotta contro il cancro. Anche nella buccia sono presenti molecole naturali che possono inibire la crescita dei tumori, in particolar modo delle cellule cancerose della prostata.

  • Contrastano la stitichezza. La fibra che si trova nel frutto contrasta la stipsi. Aumenta il volume delle feci e ne facilita il passaggio nell’intestino.

  • E’ una buona fonte di vitamina C. Nonostante sia stato dimostrato che le arance non sono l’alimento più ricco di vitamina C, ad esempio il peperone ne contiene 4 volte di più a parità di peso, rimane il fatto che ne sono comunque molto ricche. La vitamina C aiuta a sintetizzare gli ormoni, aiuta l’intestino ad assorbire il ferro, promuove formazione di collagene, alza le difese naturali dell’organismo.

  • In campo estetico aiutano a prevenire l’invecchiamento cellulare, mantengono quindi la pelle tonica e elastica. Viene ritardano l’invecchiamento cutaneo.

  • Grazie alla vitamina A contrasta i radicali liberi e aiuta a prevenire le macchie della pelle.

Controindicazioni delle arance

Non sempre le arance fanno bene. Ad esempio vanno evitate in caso di gastrite, perché aumentano l’acidità. Non vanno consumate a digiuno, quando c’è la cistite (aumenta l’acidificazione delle vie urinarie) e la diarrea. A causa delle fibre, le arance quando c’è la diarrea possono peggiorare sensibilmente la situazione.

Le arance dovrebbero essere consumate soprattutto in primavera e inverno, in quanto sono le stagioni dove l’arancia viene offerta spontaneamente. Può essere consumato anche tutti i giorni, fino a un massimo di tre frutti. Tuttavia per chi segue una dieta ipocalorica è bene non arrivare a questo limite, altrimenti potrebbe indurre un aumento di peso.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 251 Media: 3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui