Come approcciarsi alla corsa naturale o Natural Running

Correre o fare jogging è diventato un must per tutti gli appassionati di sport outdoor perché consente di liberare la mente, mantenersi in forma e percepire la bellezza della natura. Esiste una forma di corsa che promette di diventare un’attività vantaggiosa e una vera e propria tendenza. Quale? Stiamo parlando della corsa naturale o Natural Running!

Come approcciarsi alla corsa naturale o Natural Running- foto shoes.runnersworld.it

La corsa naturale è un sistema di allenamento antico quanto il mondo perché prevede che la corsa venga praticata senza condizionamento, liberando l’attività dei cambiamenti fisiologici apportati dalle scarpe odierne e recuperando i movimenti primitivi e funzionali.

Perché Natural Running?

Sostanzialmente il Natural Running guarda alla scarpa da running come a un accessorio che ha reso la corsa più rigida e pericolosa per ossa e articolazioni del piede e pericolosa per le ripercussioni a carico della colonna vertebrale.

Di fatto, le scarpe studiate per la corsa sostengono troppo la volta plantare, evitano l’uso della molla elastica e costringono i muscoli flessori delle dita con il risultato di una restrizione del movimento di flessione ed estensione dell’arco del piede, una sensazione di male ai polpacci e una compromissione di andatura ed equilibrio naturale

Come correre correttamente? La corsa diventa così naturale ovvero si configura come un’attività in cui l’avampiede viene poggiato completamente a terra, il corpo viene inclinato leggermente in avanti, il passo diviene più corto e l’impostazione del corpo diventa meno rigida.

Come avvicinarsi alla corsa naturale

Come si corre in modo naturale? È sufficiente iniziare a camminare a piedi nudi o impiegare scarpe con suola sottile e piatta per avvicinarsi a correre in modo naturale.

Il “percorso a ritroso” non è affatto semplice così come appare perché gli effetti non sono immediati e occorre molta pazienza e costanza.

Occorre iniziare gradualmente per apprendere la tecnica di corsa, avere un contatto diretto con il terreno e percepire il modo con cui arrivano gli stimoli al cervello e si comporta il corpo.  Ma quali sono i vantaggi della corsa naturale?

  • Polpacci sollecitati
  • Propriocezione ottimale
  • Adattamento immediato
  • Risposta elastica potenziata

Natural Running: Principi fondamentali

L’aggettivo “naturale” non deve far cadere in inganno perché il Natural Running conserva quattro principi fondamentali per riuscire a recuperare funzionalità inaspettate:

  • Postura – Corpo allineato e proteso in alto
  • Appoggio del piede – È necessario atterrare sull’avampiede senza includere il tallone
  • Flessione in avanti – Il corpo deve risultare sbilanciato in avanti durante la corsa
  • Cadenza – Bastano 180 passi al minuto con movimenti leggeri per correre in modo naturale
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 2]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato