Home News Ansia e salute orale: cause, conseguenze e rimedi

Ansia e salute orale: cause, conseguenze e rimedi

I ritmi frenetici della vita moderna, il traffico e le situazioni lavorative pesanti sono solo alcune delle cause che possono dare vita ad una condizione di stress e ansia psicofisici. Normalmente associamo all’ansia o allo stress problemi di digestione, mal di testa e deficit immunitari ma non pensiamo mai che anche problemi al cavo orale come la bocca secca per l’ansia, carie e altre malattie paradontali possano essere collegati proprio ad una situazione di ansia.

Ansia e problemi alla salute orale: le cause

La causa principale che dà vita a tutti questi malesseri è il cortisolo, l’ormone dello stress che, quando viene prodotto in quantità eccessiva, produce gas nella pancia e fa accumulare peso nella zona addominale. Combinato poi con stanchezza cronica, insonnia e acidosi, può addirittura dare origine a problemi legati al cavo orale, soprattutto a denti e gengive.

Lo stress abbassa le difese immunitarie del nostro organismo, che non è più in grado di contrastare le infezioni, e per questo la nostra bocca inizia a produrre una maggiore quantità di placca batterica provocando così il sanguinamento e altri dolori alle mucose orali.

Ansia e salute orale: le conseguenze

Le conseguenze causate dall’ansia e dallo stress sulla nostra salute orale possono essere molteplici e comprendono:

  1. Il bruxismo

Una situazione di stress particolarmente pesante può essere la causa di una pericolosa abitudine, cioè quella di digrignare i denti inconsapevolmente. Il bruxismo infatti porta la persona a tenere i denti costantemente serrati durante tutto il giorno, ma si verifica maggiormente durante la notte. Questo comportamento, caratteristico soprattutto delle donne adulte, può causare dei dolori temporo-mandibolari nel momento del risveglio, oppure causare frequenti mal di testa piuttosto acuti. Il continuo sfregamento tra le due arcate dentali, inoltre, porta anche ad una progressiva erosione dello smalto dentale generando a sua volta dolori anche durante la masticazione, un’ipersensibilità dei denti e delle microfratture dei denti.

Un’altra caratteristica del bruxismo è che spesso, le persone affette da questo disturbo, non sanno di soffrirne e l’unica cosa che avvertono è un forte mal di testa al risveglio.

  1. L’acido

Un’altra conseguenza dell’ansia è che può causare una maggiore produzione di acido. L’acido prodotto dallo stomaco può risalire attraverso l’intestino ed entrare in contatto con i denti rovinandone, nel lungo periodo, lo smalto protettivo e quindi danneggiandoli.

  1. Il mal di denti

Può capitare che le persone che soffrono d’ansia, per la paura di avere mal di denti, tendano ad esagerare con la spazzolatura auto-inducendosi il dolore. L’ansia infatti può portarci a spazzolare i denti troppo frequentemente e con troppa forza, danneggiando così lo smalto dentale e irritando le gengive fino a farle sanguinare.

  1. Poca attenzione alla propria igiene orale

Al contrario, invece, alcune persone, proprio perché stressate tendono a trascurare la cura della propria persona, in primis quella della propria igiene orale. Non prendersi cura del cavo orale porta ad un incremento della placca batterica che può causare la formazione di diverse patologie della bocca.

Inoltre, l’aumento dell’ormone del cortisolo durante i periodi di stress, incrementa a sua volta l’appetito portando così la persona stressata a consumare grandi quantità di cibo, soprattutto quelli grassi e pieni di zucchero che sono molto dannosi per la salute della nostra bocca.

  1. La bocca secca

Un altro problema che si presenta durante i periodi di stress è la secchezza delle fauci. L’ansia, infatti, può comportare una riduzione della produzione di saliva che a sua volta mette in pericolo la salute della nostra bocca e dei nostri denti.

La saliva, infatti, svolge un ruolo molto importanti all’interno della nostra bocca che è quello di contrastare la formazione dei batteri fonti di patologie del cavo orale. Ecco perché è importante quando si ha la bocca secca, come sempre d’altronde, bere molta acqua, così da favorire la produzione di saliva e prevenire la formazione di batteri.

Ansia e salute orale: i rimedi

L’unico vero rimedio per combattere l’ansia e lo stress è quello di riappropriarsi del proprio tempo, di ritagliare dei momenti per sé stessi e per i propri interessi, magari di organizzando una vacanza per allentare la tensione.

È importante tenere sempre sotto controllo la propria igiene orale senza mai trascurarla e assicurandosi di effettuare ogni passaggio utilizzando, oltre allo spazzolino, anche il filo interdentale e il collutorio.

Mai trascurare la propria alimentazione e cercare sempre di evitare il consumo cibi grassi e pieni di zuccheri, soprattutto lontano dai pasti, privilegiando invece spuntini sani e veloci. Anche masticare per bene e senza fretta e consumare i pasti ad orari regolari è importante, così come avere una dieta ricca di vitamine e sali minerali.

Un modo per eliminare gli eccessi di cortisolo, utile anche per combattere lo stress in generale e diminuire la tensione sono lo sport e discipline come lo yoga e il pilates.

L’importante è non sottovalutare mai i sintomi ma, anzi, imparare a riconoscerli. Soprattutto quando si parla della salute del nostro corpo e dei nostri denti, le cure fai da te non sono mai la scelta giusta. Ecco perché è importante, quando compaiono i primi sintomi, rivolgersi al proprio dentista di fiducia che saprà consigliarci la terapia migliore.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui