Home Salute Allergia al nichel

Allergia al nichel

Allergia al nichel

Altre leghe di nichel sono usate per fare le monete, bigiotteria (ad esempio, orecchini, cinturini di orologio, anelli, collane, fermagli collane, bracciali), reggi seni o cinture di fissaggio, cerniere, fibbie, bottoni, mollette, borchie, montature per occhiali , penne, utensili, maniglie, graffette, chiavi e attrezzi.

Come si può vedere, il nichel è presente in molti comuni oggetti di uso quotidiano, ma si può essere esposti al nichel anche nell’ambiente di lavoro (se si lavora con il metallo o si vive vicino a industrie che utilizzano nickel), tuttavia, è molto più probabile per la popolazione generale venire a contatto con il nichel attraverso il contatto diretto con la pelle.

Questo dato è importante perché il nickel sembra essere una causa molto comune di eruzioni cutanee allergiche. L’allergia al nichel è più comune tra le donne rispetto agli uomini. A quanto pare, il piercing all’orecchio (e probabilmente ogni piercing, in generale), che le donne sono più propense a fare rispetto agli uomini (anche se questo sta cambiando), le ha rese più sensibili al nichel.

L’allergia al nichel è una reazione che si sviluppa dopo la prima o dopo ripetute e prolungate esposizioni al nichel o a elementi contenenti nichel, a seconda della suscettibilità individuale. Il grado di reazione allergica varia da persona. In particolare, il nichel è una allergia da contatto e la pelle in risposta all’allergene scatena la sua reazione. L’allergia al nichel può verificarsi a qualsiasi età e si manifesta, in genere, pochi giorni dopo il primo contatto con un eczema (dermatite allergica da contatto), che appare come una eruzione cutanea pruriginosa, secca / croccante, e rosso / pigmentato con vesciche acquose.  L’area interessata è generalmente limitata al sito di contatto, ma potrebbe anche essere trovata su altre parti del corpo. 

Una volta che una allergia al nichel si è sviluppata, di solito è una condizione cronica e spesso dura tutta la vita.

Allergia al nichel: Il Patch Test

Allergia al nichel test

Si può scoprire se vi è una allergia al nichel andando da un dermatologo per eseguire il patch test. Una procedura che comporta l’applicazione diretta di piccole quantità di diversi allergeni da contatto, sospetti, sulla pelle della parte superiore della schiena con del nastro ipoallergenico. Le concentrazioni di questi allergeni sono basse, in modo che non provochino irritazioni o reazioni in individui non allergici, ma sono sufficientemente elevate da causare una risposta positiva in soggetti sensibili. Gli allergeni rimangono in contatto con la pelle per 48 ore. Un individuo è allergico se si instaura una reazione positiva. Tuttavia, il patch test può produrre risultati vaghi o poco chiari che possono richiedere un ulteriore esame. Ciò significa che a volte, la causa non può essere determinata.

Se una persona presenta allergia al nichel, la cosa migliore da fare è interrompere il contatto o  l’esposizione al nichel. Alcune precauzioni da seguire circa l’abbigliamento riguardano la scelta di elementi di fissaggio in plastica o di rivestimenti verniciati o di qualche altro materiale. Per quanto riguarda i gioielli, occorre essere più selettivi nelle scelte e assicurarsi che siano ipoallergenici o in acciaio inox, in oro massiccio (almeno 12 carati), argento puro o in plastica policarbonato.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui