Home Salute Acufene dell’orecchio: cos’è, cause, sintomi e complicanze

Acufene dell’orecchio: cos’è, cause, sintomi e complicanze

acufene dell'orecchio

Molte persone nel mondo hanno questo problema. L’acufene dell’orecchio interessa, come dice la parola stessa, l’organo uditivo. Ma cosa indica davvero questo termine? Si tratta in pratica di percepire dei rumori o dei suoni provenienti dalla testa, oppure dalle orecchie stesse (anche in una sola). Questo tipo di problema viene chiamato dai medici Acufene.

Questi rumori che vengano avvertiti in realtà non sono presenti fuori all’esterno. Si tratta di un suono percepito solo dalla persona, ma ciò non vuol dire che non sono veri. Vi sono molti casi, come già menzionato, di persone che soffrano di questo problema e non a tutti si presenta nello stesso modo. A molte persone si manifesterà in maniera lieve, mentre per molte altre in maniera molto più intensa e fastidiosa… Qualsiasi sia il caso, è importante rivolgersi sempre al proprio medico.

Ma come si presenta l’acufene all’orecchio?

Come già accennato questo tipo di problema e del tutto soggettivo, ovvero non per tutti si presenta nel solito modo, da considerare anche il livello di sopportazione, il quale comunque gioca un ruolo fondamentale qualsiasi sia il problema, patologia o malattia da affrontare. Ecco dei suoni “standard” avvertiti da persone che soffrano di acufene dell’orecchio:

  • Suoni simili a dei tintinnii
  • Rumori molto bassi
  • Rumori forti e non distinti

Questi rumori si manifestano quando una persona si è esposta per lunghi periodi a rumori particolarmente intensi. Se ad esempio ha sostato per molto tempo in città, nel traffico, potrebbe sentire alcuni dei suoni appena menzionati, i quali potrebbero appunto derivare dalle orecchie o dalla testa. Altra ipotesi è la visione di un film al cinema, dove i rumori sono molto intensi, potrebbe manifestarsi successivamente  la comparsa di questi rumori. Si tratta ovviamente di probabilità, ma ricordiamoci che sono meno rare di quanto siamo propensi a credere.

Per molte persone che soffrano di acufene spesso questi rumori vengano scambiati per rumori o suoni normali che provengano all’esterno. Mentre altri non sapranno neppure di soffrire di questa patologia (solitamente perché sono nati con questo problema).

In molti casi il rumore dura poco, ma abbastanza per dare fastidio… L’acufene è una malattia in piena regola, non solo è possibile nascerci, ma sarà anche possibile contrarla sempre, ovvero può colpire gli adulti, i giovani e gli anziani.

Riguardo ai bambini è molto più difficile, ma non è comunque da escludere. Solitamente perché ci possono essere già nati. Anche per i bambini l’esposizione a rumori assordanti o comunque troppo forti potrà far insorgere questo tipo di patologia.

Ecco un elenco dei possibili posti che potrebbero scaturire l’acufene:

  • Eventi sportivi
  • Luoghi dove è presente un concerto
  • Gare su circuito (corse fra moto, oppure automobilistiche ecc.)
  • Le comuni feste di paese (ovvero le sagre)

Praticamente qualsiasi posto dove sono presenti rumori molto forti. Prestare attenzione sia per i bambini che per se stessi. Come accennato poco prima, questa patologia può colpire chiunque.

Acufene pulsante

Se si presenta un rumore sotto forma di pulsazione e in una maniera continua, in quel caso viene chiamato in ambito medico acufene pulsante. Solitamente è percepibile come se fosse sincronizzato con il cuore, dato che pulsa allo stesso ritmo.

In alcuni casi questo rumore sarà possibile sentirlo anche dai medici, questo grazie alle loro strumentazioni. Questo problema potrà essere legato a persone che soffrano di ipertensione, problemi inerenti alle trombe di Eustachio e problemi a livello di arterie.

Anche se nella maggiore parte dei casi l’acufene pulsante potrà essere contrastato e curato, al momento la medicina, non ha ancora diagnosticato la fonte effettiva che scaturisce il problema. Ovviamente è importante non indugiare se viene avvertito questo tipo di problema, sentire subito il parere di un medico.

NB: Chiunque dovrà cercare di tutelarsi il più possibile da questa patologia, ovvero anche coloro che ne soffrano di già. Questo perchè in alcuni casi potrà anche peggiorare, a causa dell’ esposizione di rumori “molesti”.

Cause dell’acufene all’orecchio

La presenza di molto cerume nelle orecchie potrà essere un altro fattore che influirà su questo tipo di problema fisiologico. Consultare subito il proprio medico anche in queste circostanze.

A scaturire l’acufene può essere un effetto collaterale, dovuto dalla somministrazione di un farmaco
(a volte tale problema è correlato  al dosaggio).

Mentre in altri casi proprio il farmaco non è compatibile con le orecchie, di conseguenza verrà considerato tossico per chi ne fa uso. Consultare il proprio medico anche in questo caso.

Anche per colpa della sinusite potrà manifestarsi l’acufene, solitamente tende a scomparire una volta guariti dalla sinusite, oppure da infezioni contratte dalle orecchie.

Persone che soffrano di ipertiroidismo/ipotiroidismo potranno includere l’acufene tra i loro sintomi.

Inoltre vi sono delle ipotesi basate su alcune ricerche che parlino sull’utilizzo del cellulare, ovvero che possa aumentare il rischio di contrarre l’acufene, questo grazie alle microonde emanate dallo strumento.

Spesso questa patologia è un campanello di allarme per le malattie cardiovascolari (prevalentemente riguarda l’acufene pulsante). Ad ogni modo le cause possano essere molte, di cui tante non ancora scoperte.

Ma può essere causato da un rumore assordante?

Ovviamente dipende dai casi, come accennato poco prima, la soglia di sopportazione non è uguale per tutti. Potranno esserci casi dove rumori meno assordanti, potrebbero arrecare più danni rispetto ad altri rumori molto più forti.

La durata del rumore anche quello è un aspetto da tenere di conto e inoltre anche in questo caso servirà a individuale il danno arrecato alla persona (se ci sarà un danno).

Ecco degli esempi tangibili:

  • se si sente solo quando le persone parlano ad alta voce
  • un peggioramento significativo a livello uditivo (dopo il rumore, anche trascorso un po’ di tempo
  • forte dolore alle orecchie.

In questi casi si, potrà essere attribuito al rumore assordante (compresa anche una esposizione più duratura, magari per lungo tempo). Certe volte capita che si manifesta dopo anni.

Acufene per cause ereditarie

La medicina sta cercando di capire, se è possibile che vi sia nel “sangue” già una traccia di acufene, causato quindi da un fattore ereditario. Delle predisposizioni genetiche pare che siano presenti nelle persone, ma non è ancora tutto abbastanza chiaro. La medicina stà continuando a fare ricerche per dare spiegazioni in merito.

Altre cause collegate a l’acufene

La depressione potrà insorgere per coloro che sono affetti da tale patologia. I rumori potranno diventare molto fastidiosi, anche se lievi alcune volte (il fatto che siano diventati “regolari” un po’ come se fosse una abitudine, questo per ovvie ragioni, tenderà a stressare chi ne è affetto) in modo tale da portare una persona in depressione.

Inoltre il rumore potrà essere sia alto come lieve. Sarà possibile avvertire anche più rumori contemporaneamente (sempre a seconda dei casi) e il sonno verrà compromesso.

Sfortunatamente al momento non esistano cure miracolose per questo tipo di problema. Sono presenti solamente dei metodi per alleviare l’acufene.

Come citato più volte, è importante sentire un parere di un medico, se si vuole optare per una terapia. Questa patologia può colpire in modo diverso come non, e i livelli di sopportazione come già detto variano a seconda delle persone.

Non esistano migliori terapie, rispetto ad altre. Essendoci pochi elementi conosciuti in questa materia, tirare delle conclusioni senza sentire il parere dello specialista sarebbe sbagliato.

Ecco dei buoni metodi per cercare di tutelarsi al meglio dall’acufene dell’orecchio

Per i luoghi di lavoro dove sono presenti rumori assordanti o comunque abbastanza forti, usare i para orecchie o comunque dei tappi per tutelare l’udito il più possibile.

Queste precauzioni andrebbero adottate anche in altri momenti (non solo a lavoro) durante il proprio tempo libero. Ad esempio durante i concerti, gli eventi sportivi ecc.

Questi sono solamente dei piccoli accorgimenti per cercare di tutelarsi dall’acufene. Ma non è detto che possano funzionare, dato che sono molte le cause a scaturire tale patologia e non solamente l’esposizione hai rumori troppo forti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 2.8]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui