Achillea, una pianta con proprietà terapeutiche e proprietà magiche

L’Achillea o Achillea millefolium è una pianta della famiglia delle Asteraceae molto utilizzata nell’ambito dei rimedi naturali per merito delle sue proprietà cicatrizzanti, antisettiche e antispasmodiche. È ora di scoprirla meglio!

Achillea millefolium- foto pixabay.com

Il nome della pianta è legato alle parole dello storico Plinio il Vecchio, secondo cui Achille la utilizzò durante l’assedio di Troia per curare le ferite insanabili dietro consiglio di Venere.

La pianta che porta il nome dell’eroe omerico è una pianta molto rustica dai colori vivaci e dai fiori bianchi e gialli che può arrivare fino a 60-80 centimetri di altezza e trova impiego in fitoterapia e in cucina nella preparazione di salse, minestre, insalate e liquori (Achillea liquore).

Achillea: Coltivazione

Mille foglie- foto it.wikipedia.org

L’Achillea millefolium è facile da coltivare e poco esigente perché si adatta bene sia a terreni acidi che alcalini a patto che si tratti di un suolo ben drenato, secco o fresco ma non pesante.

La semina dell’Achillea millefoglie in ambiente protetto (cassoni o contenitori alveolati) avviene nel mese di febbraio e in un secondo momento viene operata la messa a dimora tra aprile e maggio quando le piante saranno abbastanza sviluppate.

Ogni metro quadrato di terreno può ospitare fino a sette piante della famiglia delle Asteraceae, a condizione che siano distanziate tra di loro dai 25 ai 30 cm.

La concimazione della millefoglie deve essere effettuata con concime a base di azoto fosforo e potassio.

I semi di Achillea possono essere acquistati in un consorzio agrario specializzato oppure su piattaforme e-commerce.

Achillea: proprietà

Proprietà della pianta Achillea- foto sfumaturemakeup.com

Le virtù della pianta Achillea millefoglie sono legate alla percentuale di principi attivi presenti: tannini, rutina, oli essenziali, sequiterpeni, steroli, achillina, acido achilleico, acidi organici, fosfati, sali di potassio e mucillagini.

Il mix di principi attivi rende l’Achillea un vero e proprio concentrato di benessere che influenza positivamente il corpo:

  • Ciclo mestruale – La pianta, grazie ai flavonoidi, stimola l’afflusso di sangue nell’aria pelvica e nell’utero e promuove un’azione antispasmodica che calma i dolori mestruali e riduce il ciclo emorragico.
  • Ferite e irritazioni – Il potere cicatrizzante e coagulante consente di bloccare il sanguinamento e favorire la cicatrizzazione in caso di ferite, oltre ad attenuare le infiammazioni cutanee.
  • Pelle – Il contenuto di fitomelatonina, una sostanza vegetale biocompatibile, rende l’Achillea un prezioso aiuto per idratare la pelle e contrastare cedimenti cutanei dovuti all’invecchiamento.
  • Capelli – Le proprietà della specie della famiglia della Asteraceae consentono di rafforzare la chioma e ravvivare la bellezza naturale dei capelli.
  • Stomaco – L’azione antispasmodica e decongestionante agisce per migliorare la digestione e contrastare la difficoltà digestione.

Modalità d’uso

Infuso di Achille- foto nazimtanrikulu.com

Le proprietà dell’Achillea possono essere sfruttate sia con soluzioni interne che con prodotti ad uso topico:

  • Achillea tisana – Tutto quello che bisogna fare è versare 1 cucchiaio di fiori di Achillea in una 1 tazza d’acqua bollente, spegnere il fuoco, coprire e lasciare in infusione per 10 minuti prima di filtrare e bere lontano dai pasti allo scopo per gestire ragadi, emorroidi, ulcerazioni e casi di diarrea.
  • Tintura madre – La Achillea sotto forma di tintura madre può essere usata versando 40 gocce in mezzo bicchiere d’acqua e bevendo la soluzione 2 volte al giorno lontano dai pasti.
  • Olio essenziale di Achillea – L’olio essenziale della pianta è molto sfruttato per migliorare la tonicità della pelle, contrastare la cellulite e bloccare la fragilità capillare. Ma la sua concentrazione di principi attivi richiede di non usarlo puro sulla pelle!
  • Impacchi di bellezza – L’infuso di Achillea può essere sfruttato per creare impacchi con pezze di cotone da disporre sul viso per eliminare punti neri e combattere l’eccesso sebaceo della pelle.
  • Bagni cicatrizzanti – È possibile far macerare l’Achillea in acqua fredda per una dozzina di ore e lasciare bollire per qualche minuto prima di filtrare il liquido e mescolare l’acqua del bagno per favorire la cicatrizzazione delle ragadi o lenire gli spasmi addominali.

Controindicazioni

Controindicazione millefoglie- foto simonaoberhammer.com

Il fatto che l’Achillea realizzi rimedi naturali non significa che non possa sviluppare qualche lieve effetto collaterale.

Di fatto l’uso della millefoglie è sconsigliato per i soggetti che assumono farmaci anticoagulanti e farmaci per il controllo della pressione arteriosa a causa delle sue proprietà coagulanti.

È possibile che i soggetti sensibili alle piante della famiglia delle Astaraceae agevolino alcune reazioni allergiche a uno o più componenti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 18 Media: 4.2]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato