6 errori da evitare quando si corre

La corsa è uno sport che nasconde mille benefici non solo a livello fisico ma soprattutto a livello mentale. Probabilmente chi non ha mai provato l’euforia di correre all’aria aperta farà fatica a comprenderne i risvolti benefici. Ma quali sono gli errori da evitare quando si corre?

Errori da evitare quando si corre- foto escoacorrere.com

Questo sport permette di dimagrire e ridurre il girovita, rafforzare l’apparto muscolo-scheletrico, migliorare il funzionamento dell’apparato cardio-circolatorio, accelerare il metabolismo, promuovere la respirazione e allontanare i pensieri negativi del vivere quotidiano.

Lo sbaglio principale però è quello di credere di poter infilare un paio di scarpe da running per iniziare a correre in modo corretto.

Di fatto esistono piccoli accorgimenti da tenere ben a mente per evitare gli errori più comuni che si commettono prima, dopo e durante la corsa. Quali sono gli errori da evitare quando si corre?

Non fare riscaldamento

Il primo grave errore da non commettere mai quando si comincia a correre è non fare alcun tipo di riscaldamento. Perché?

Muscoli e articolazioni necessitano di una sollecitazione che può essere garantita da qualche esercizio di allungamento, una passeggiata a passo svelto o una semplice corsa sul posto.

Bastano 10 minuti di riscaldamento per attivare sia la circolazione che i muscoli ed evitare infortuni a muscolatura e legamenti e difficoltà respiratorie durante la corsa.

Non mangiare abbastanza

Non è possibile sostenere un’attività fisica senza fornire l’organismo dell’energia necessaria. Consumare alimenti a basso contenuto di grassi e ricchi di proteine e fibre come frutta o barrette energetiche fornisce le energie per sostenere il ritmo della corsa e migliorano la prestazione.

Non idratarsi a sufficienza

Idratare il corpo è fondamentale per riuscire a sopperire alla perdita di liquidi corporei mediante il sudore. Sudare senza integrare i liquidi persi rischia di creare malessere generale e piccole lesioni muscolari.

In questo senso è preferibile bere almeno mezzo litro di acqua prima di correre e continuare a fare piccoli sorsi ogni 20 minuti di corsa.

Perdere il controllo del proprio corpo

La corsa è uno sport di controllo in cui non ci si può permette di lasciare andare il corpo o assumere una posizione sbagliata.

Correre inclinati in avanti, per esempio, affatica la schiena e le ginocchia esattamente come frenare portando il peso sui talloni indebolisce tendini e legamenti.

È essenziale mantenere il baricentro ben saldo e fare passi sempre della stessa ampiezza!

Non utilizzare abbigliamento specifico per la corsa

L’abbigliamento è parte essenziale di un allenamento efficace e di successo. Quali caratteristiche deve possedere l’abbigliamo ideale?

Deve essere tecnico per favorire la sudorazione e lasciare il corpo asciutto e deve variare a seconda della stagione per assecondare il cambio di temperature esterne.

Ovviamente non bisogna dimenticare di munirsi di scarpe da running e non semplici scarpe da ginnastica per favorire l’elasticità del movimento e non affaticare muscoli e ginocchia.

Cadenza troppo lenta

Uno degli errori più comuni è quello di accelerare il ritmo semplicemente aumentando la falcata del passo. Sostanzialmente se la velocità è il risultato del numero dei passi moltiplicato per la lunghezza della falcata allora l’accelerazione dell’andatura deve puntare sull’aumento dei passi al minuto (cadenza).

Il rischio è quello di portare il piede a terra e davanti al baricentro creando un “effetto leva” contrario al senso di marcia e consumare moltissime energie.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 4.5]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato