Emazie nelle urine: Causa e medicina alternativa

di Patrizia Musso18 aprile 2012
Emazie nelle urine

Quando il cambiamento del colore delle urine è dovuto ai globuli rossi, si dispone di una condizione chiamata ematuria. Il trattamento, in questo caso, dipende dalla causa.

Cause delle emazie nelle urine

Le emazie nelle urine possono indicare una condizione nota sotto il nome di ematuria, che è il termine medico che descrive la presenza di globuli rossi nelle urine. Si parla di ematuria lorda quando le urine sono color rosso vivo e di ematuria microscopica, quando l’urina ha un colore normale, ma i globuli rossi in un campione di urina sono visibili al microscopio. Molte volte, l’ematuria è il risultato di un danno da qualche parte nel tratto urinario.
Negli uomini, può anche indicare un problema nella prostata. Le cause più comuni di ematuria sono le pietre, l’infiammazione della prostata e le infezioni delle vie urinarie.
Altre cause

Le emazie nelle urine possono derivare anche da altre condizioni che coinvolgono i reni, gli ureteri, la vescica e l’uretra, che rappresentano i costituenti del tratto urinario.

Gli ureteri sono dei tubi che trasportano l’urina dai reni alla vescica, da qui l’uretra porta l’urina verso l’esterno del corpo. Così, alcuni disturbi renali, la cistite, un’infiammazione della vescica e l’uretrite, un’infiammazione dell’uretra, possono portare alla comparsa di tracce di sangue nelle urine.

Altre condizioni che possono dar vita alla presenza di emazie sono le allergie, le malattie virali, un intenso esercizio fisico, i traumi e alcuni tipi di cancro.

Diagnosi

Emazie nelle urine diagnosi

Per il trattamento delle emazie occorre identificare la causa scatenante del problema. Quindi sarà necessario sapere se si sono assunti dei prodotti chimici sul lavoro, se sono stati assunti dei farmaci particolari, se oltre alla presenza dei globuli rossi nelle urine, si soffre di minzione dolorosa. Ed ancora occorrerà indagare se vi è la presenza di sangue nel momento in cui si inizia ad urinare e, in caso affermativo, occorrerà precisare da quanto tempo dura il sanguinamento. 

Potrebbe essere necessario eseguire un ulteriore esame delle urine, una urinocoltura, un’ecografia e una tomografia computerizzata o cistoscopia per identificare la causa esatta del problema. La cistoscopia consiste nell’inserimento di un tubo speciale all’interno della vescica usato per vedere l’uretra e la vescica stessa al suo interno.

Medicina alternativa: lo zenzero

Secondo una ricerca condotta dall’Università del Maryland, la radice di zenzero, una pianta con il nome botanico di Zingiber officinale, può rappresentare un’ottima cura naturale contro le emazie nelle urine.

Lo zenzero è una pianta che è stata utilizzata nella medicina araba, indiana e asiatica da almeno 2.000 anni per la cura di questo problema. Secondo i ricercatori, un medico può suggerire di assumere della radice di zenzero per combattere le emazie, ma anche per contrastare la nausea da chemioterapia, da gravidanza e la cinetosi.

Seguici
Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Cucinare Facile omaggio!

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Dieta Gratis omaggio!