Ernia iatale da scivolamento, sintomi e cure

di Alfredo Di Stasi21 marzo 2012
ernia iatale da scivolamento

Di certo le persone affette dall’ernia iatale da scivolamento non sono poche, si parla di percentuali che arrivano sopra il 60% di individui al di sotto dei 60 anni di età, ovviamente, la vecchiaia può portare a percentuali più alte.

Ma vediamo nello specifico di capire cosa sia l’ernia iatale e come mai si viene a formare…

Per comprendere questo tipo di ernia è necessario avere qualche nozione di anatomia, innanzitutto pariamo dal nome: ernia iatale, non è un caso che si chiami così, infatti, lo iato è la parte in cui si forma l’ernia.

Tra lo stomaco e il torace vi è un muscolo a forma di cupola chiamato diaframma, di certo ne avrai sentito parlare, il diaframma è il muscolo responsabile della respirazione, attraverso di esso passano vari canali tra cui quello che collega l’esofago allo stomaco, ossia, un piccolo foro aderente all’esofago situato 2 centimetri sopra lo stomaco che prende il nome di iato.

Ernia iateale da scivolamento, le cause

Vi possono essere dei casi in cui lo iato tende ad allargarsi e ad indebolirsi, le cause di questo indebolimento non sono del tutto chiare, ma si possono considerare fattori di rischio uno sforzo fisico, una predisposizione genetica, una forte pressione causata dall’obesità.
Qualunque sia la causa l’effetto di questo indebolimento è la comparsa di un ernia: una parte dello stomaco fuoriesce verso l’alto a causa dell’allargamento dello iato.

In quest’articolo ci occupiamo esclusivamente di ernia iatale da scivolamento, ma ne esistono altri tipi.

Ernia iatale fissa

Mentre l’ernia iatale da scivolamento è del tutto temporanea, questa risulta, in una certa misura, permanente perché la parte superiore dello stomaco rimane intrappolata nella cassa toracica, nonostante ciò non risultano preoccupanti i sintomi, ma si hanno maggiori probabilità di incorrere in problemi all’esofago.

Ernia iatale complicata o mista

Questo tipo di ernia può coinvolgere tutto lo stomaco e risulta essere necessario un intervento chirurgico, fortunatamente l’ernia iatale complicata è molto rara.

Quali sono i sintomi?

Di solito la semplice ernia iatale da scivolamento non da sintomi evidenti, la maggior parte dei pazienti affetti da questo problema accusa bruciore di stomaco e rigurgito, nonché un eccessiva aria presente nello stomaco che crea un attività di eruttazione anormale.

Attenzione

È bene fare chiarezza su alcuni sintomi che, spesso, possono essere scambiati per l’ernia iatale, bisogna porre attenzione perché molte persone scambiano problemi cardiaci o patologie dovute ad ulcere per ernia iatale, risulta, quindi, opportuno rivolgersi al proprio medico e fare le dovute analisi per stabilire se si è affetti o meno da ernia iatale.

Diagnosi

Solitamente basta una semplice radiografia per accertarsi se si tratti o meno di ernia iatale, un altro esame alternativo, ma più completo, risulta essere l’endoscopia dell’apparato digerente superiore o, semplicemente, la gastroscopia : che si effettua inserendo uno strumento di forma tubolare, di diametro non superiore ai 10 millimetri, che viene inserito attraverso la bocca e percorre l’esofago sino ad arrivare allo stomaco, grazie ad una microcamera inserita alla sommità del tubo si ottengono immagini in tempo reale, è possibile anche prelevare dei tessuti interni per analizzarne la struttura.

Come si cura

Trattandosi di ernia iatale da scivolamento non c’è bisogno di ricorrere ad interventi chirurgici, vi sono comunque delle regole da seguire, soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione, pertanto risulta utile evitare sostante quali:

  • nicotina (sigarette),
  • caffeina,
  • cioccolato,
  • cibi ricchi di grassi,
  • menta,
  • alcool.

Per chi soffre di ernia iateale da scivolamento è utile fare pasti non troppo abbondanti, evitando cibi grassi e aumentando la frequenza dei pasti a discapito della loro abbondanza, inoltre si consiglia di non coricarsi subito dopo i pasti, fare esercizi addominali, indossare abiti o cinture particolarmente stretti, perdere peso se si è in sovrappeso.

Farmaci da utilizzare

Può risultare utile l’uso di particolari farmaci, sempre sotto consiglio del medico. I farmaci che di solito risultano efficaci sono:

  • Antispastici per l’intestino
  • Antidepressivi ( per la loro azione sui muscoli che formano l’ultimo tratto dell’esofago )

Consigli pratici

Se soffri di ernia iatale da scivolamento ti possono tornare utili alcuni accorgimenti che aiutano a sopportare i sintomi, solo in alcuni casi veramente fastidiosi:

  • Alzare l’appoggio della parte superiore del letto di 20/30 centimetri, così facendo, grazie alla forza di gravità, gli acidi gastrici non invadono l’esofago.
  • Evitare le bevande gasate e gli alimenti particolarmente grassi o piccanti
  • Evitare dolci e formaggi particolarmente grassi

Nonostante i sintomi dell’ernia iatale da scivolamento non siano particolarmente fastidiosi, si consiglia di consultare il proprio medico sia per accertarsi che i sintomi sono dovuti all’ernia sia per essere certi di utilizzare le cure più idonee.

Seguici
Lascia un commento:
Social Zone

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Cucinare Facile omaggio!

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Dieta Gratis omaggio!

Mamma Style