Acido ialuronico: Uso, controindicazioni e costi

di Roberta Gammella21 febbraio 2012
Acido ialuronico

L’acido ialuronico è, dal punto di vista chimico, un glicosamminoglicano ovvero un polisaccaride dalla catena ramificata le cui unità strutturali sono rappresentate dall’acido glicuronico derivato dall’unione di residui di glucosio e N-acetilglucosammina. La molecola presenta un elevata polarità e un elevata solubilità in acqua e per questo conferisce turgidità, elasticità e idratazione alla pelle, proprietà che contribuiscono alla resistenza e al mantenimento della forma di questa.

La concentrazione di acido ialuronico nel tessuto connettivo diminuisce con l’avanzare dell’età e una sua deficienza porta all’indebolimento della pelle e alla formazione di inestetismi fastidiosi quali rughe e zampe di gallina. E’ proprio per le sue particolari proprietà che l’acido ialuronico si è rivelato importantissimo sia in campo estetico che in campo medico. Partecipando infatti alla sintesi del collagene e del tessuto connettivo, contribuisce a proteggere l’organismo dagli agenti patogeni quali virus e batteri oltre ad aumentare l’elasticità e il grado di idratazione cutaneo e ad avere proprietà cicatrizzanti e antiinfiammatorie.

Viene, inoltre, utilizzato in oculistica per la produzione di lacrime artificiali così come in otorinolaringoiatria e in ortopedia quale lubrificante ottimale per le articolazioni.

Acido ialuronico per la cura della pelle

In campo estetico, ormai è risaputo, sono davvero molte le applicazioni dell’acido ialuronico. Le iniezioni di questo composto, permettono infatti al derma di riacquistare la plasticità, l’elasticità e la tonicità che con l’avanzare dell’età si vanno perdendo. In particolare il trattamento a base di collagene e di acido ialuronico è particolarmente usato nella ridefinizione dei profili, per colmare e appiattire le rughe del viso, per aumentare temporaneamente il volume di zigomi, labbra e di altre zone di depressione che con il tempo appaiono irrimediabilmente su viso, collo e mani….le parti del corpo che più saltano all’occhio insomma! Quale donna guardando qualche foto di un po’ d’anni prima non si è mai sentita imbruttita dal tempo e nostalgica del proprio viso così perfetto acqua e sapone?  Oggi, a tutto questo, c’è rimedio. Le iniezioni di acido ialuronico, se effettuate da mani attente ed esperte, possono essere un vero toccasana.

Come si praticano le iniezioni di acido ialuronico?

iniezioni di acido ialuronico

Le iniezioni di acido ialuronico con effetto-riempimento si effettuano con estrema semplicità nello spessore del derma, la parte più robusta dell’epidermide, o al di sotto di questo se si vuole sfruttare l’effetto volumizzante che questa sostanza ha.

Il preparato, mirato, viene iniettato con un ago sottilissimo ed il risultato è immediato, evidente e, la cosa più invitante, non è doloroso; molti dei preparati utilizzati, infatti, contengono anche degli anestetici che quindi contribuiscono a rendere la seduta sopportabile.

Certo, non possiamo non ammettere che alcune persone sono più sensibili di altre così come lo sono senz’altro alcune zone; le labbra, per esempio, sono particolarmente sensibili e, a mò di prevenzione, è sempre consigliabile applicarvi una crema anestetizzante 30 minuti prima del trattamento, oppure richiedere l’anestesia tronculare.

Quando i difetti da correggere non sono troppo marcati i risultati possono essere visibili e ottenuti in una sola seduta mentre, nei casi più complessi, saranno necessarie anche più sedute a distanza di qualche settimana. L’unica piccola pecca del trattamento a base di acido ialuronico sta nel fatto che non è un trattamento definitivo. La sostanza che viene, infatti, iniettata è in pratica uguale al vero e proprio acido ialuronico presente nel nostro organismo e viene, quindi, lentamente a riassorbirsi.

La durata degli effetti del trattamento è soggettiva. Solitamente si parla di circa 8 mesi perché i risultati comincino a svanire anche se, data una condizione di partenza molto differente da quella ottenuta, sarebbe consigliabile ripetere la seduta circa ogni 3-4 mesi. In realtà, molti medici che hanno praticato tali trattamenti hanno affermato che, se pure la seduta non viene ripetuta, la pelle non torna del tutto allo stato originale ma risulta migliorata dal punto di vista dell’idratazione sottocutanea e del nutrimento.

I costi del trattamento variano in base a molti fattori:

  1. compenso del medico/del chirurgo e l’eventuale presenza di assistenti;
  2. durata del trattamento;
  3. condizioni di partenza del paziente e complessità del trattamento.

Solitamente, volendo comunque generalizzare affinché si abbiano delle cifre da tenere come punto di riferimento, i costi medi fluttuano tra i 200 e i 500 euro anche se ci teniamo comunque a precisare che è molto relativo.

Su Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Acido_ialuronico

Seguici
Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Cucinare Facile omaggio!

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Dieta Gratis omaggio!