Dolori alle gambe nel bambino

di Roberta Gammella31 marzo 2012
Dolori alle gambe nel bambino

In linea generale, quando si parla di dolori alle gambe è quasi automatico il collegamento con le patologie venose, quali le vene varicose diffusissime nelle donne adulte. I dolori alle gambe nel bambino però, e in genere i dolori agli arti, non sono quasi mai associabili a problemi di circolazione sanguigna ma ad altre cause più o meno gravi.

Secondo alcune statistiche circa il 20% dei bambini compresi tra i 3 e i 5 anni di vita e tra gli 8 e i 12 anni soffre di dolori muscolari o, come ancora oggi sono solite dire le nonne, dei normalissimi dolori di crescita. In realtà parlare di “dolori di crescita” può creare confusione in quanto non è certo la crescita del bambino a provocare dolore ma quella relativa all’apparato muscolo scheletrico. La causa scientifica di questi dolori non è stata ancora identificata; secondo alcuni tali dolori sarebbero dovuti allo stiramento della membrana che avvolge le ossa (il periostio), secondo altri all’eccessivo movimento tipico dei bambini ma è doveroso aggiungere che le cause scatenanti possono anche essere altre: un trauma fisico o psichico, un’infezione, disturbi psicologici. Tra i sintomi principali il bambino lamenterà di sicuro dolori agli arti, spesso di tipo crampi forme e, nella maggior parte dei casi, localizzati all’altezza delle ginocchia.

Per gli interessati all’argomento, ecco quì di seguito alcune delle altre patologie che, più frequentemente, possono essere causa di dolori alle gambe nel bambino

bambino che corre, dolori alle gambe

Artrite reumatoide giovanile, una patologia a impronta autoimmune che si manifesta con un’infiammazione persistente dovuta a una risposta anomala del sistema immunitario il quale perde, in parte, la capacità di distinguere il self dal non self  (ciò che è estraneo all’organismo da ciò che non lo è) ed attacca le articolazioni. Come conseguenza di questo attacco inaspettato la membrana sinoviale che ricopre le articolazioni si ispessisce e si riempie di cellule infiammatorie e di liquido sinoviale provocando gonfiore, dolore e rigidità nei movimenti.

Compare solitamente intorno ai 16 anni, si manifesta con tipologie differenti di sintomi per i quali, anche a seconda del numero di articolazioni coinvolte, l’artrite reumatoide giovanile si distingue in:

  1. artrite pauciarticolare quando colpisce al massimo 4 articolazioni ( in particolare le ginocchia ). Può portare a patologie oculari come l’ iridociclite cronica e alla comparsa di anticorpi ANA (che attaccano i nuclei cellulari) nel sangue;
  2. artrite poliarticolare quando colpisce più di 4 articolazioni (più intensamente mani , piedi e ginocchia) e si rileva la presenza di macrofagi, linfociti CD4 e del fattore reumatoide ), tipico autoanticorpo;
  3. artrite sistemica, caratterizzata, oltre che dall’infiammazione e dal gonfiore, da febbre intermittente molto alta, rush cutanei e, in alcuni casi, dall’aumento di volume di alcuni organi quali fegato e milza e da un’infiammazione delle membrane cardiache (pericardite);
  4. artrite oligoarticolare, che compare spesso intorno ai 6 anni, maggiormente nelle bambine, e colpisce meno di 5 articolazioni (per lo più caviglie e ginocchia). Oltre ai classici sintomi dell’artrite, questo tipo di patologia può portare a complicanze oculari quali l’infiammazione dell’uvea, la membrana che ricopre l’occhio.

mamma e bambino, dolori alla schiena e alle gambe

Spondilite anchilosante, una patologia sistemica cronica provocata da un’infiltrazione di macrofagi ed altre cellule immunitarie a livello delle cartilagini che nei casi più gravi provoca la fusione di alcune articolazioni. Si manifesta in un primo momento con leggeri dolori alla schiena che possono anche passare inosservati o essere confusi con semplici mal di schiena dovuti alla stanchezza o a sforzi fisici fatti durante la giornata ma poi si estende e si intensifica in punti precisi della colonna vertebrale e a livello di spalle e ginocchia conducendo, in casi rari, all’invalidità totale.

Fibromialgia primaria giovanile, sindrome caratterizzata da dolore muscolare diffuso associato a rigidità soprattutto a livello della colonna vertebrale, delle spalle, del cingolo pelvico, delle braccia, dei polsi e delle cosce. Si trova talvolta associata a disturbi del sonno e dell’umore anche se ancora non è chiaro come, quest’aspetto, è correlato con la sindrome in sé. Sintomi tipici della fibromi algia primaria giovanile possono essere, insieme alla non risposta ai normali antidolorifici, intorpidimento muscolare diffuso, rigidità nei movimenti al mattino, crampi, cefalea, attacchi di panico, alterazioni dell’equilibrio, stanchezza, senso di stordimento, secchezza degli occhi, della bocca e della pelle, temperatura alterata, formicolii e tanti altri.

Seguici
Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Cucinare Facile omaggio!

Inserisci i tuoi dati per ricevere l'e-book di Dieta Gratis omaggio!